Aosta, inaugurate le mense self-service e "bio" in quattro istituti scolastici

 

L'assessore Paron: "garantire servizio innovativo, sano e meno costoso"

AOSTA. Per i bambini delle scuole Ramires, Ponte di Pietra, Pezzoli ed Einaudi quella di oggi è stata una rentrée in classe particolare. In occasione dell'inizio dell'anno scolastico infatti è stato inaugurato il nuovo servizio di mensa self-service. I bambini hanno potuto così comporre il pasto scegliendo primo, secondo, contorno e frutta.
"L'iniziativa rivoluzionaria - riferisce l'Amministrazione comunale - è stata accolta con grande entusiasmo dagli alunni che, per la prima volta, sono stati chiamati, attivamente e responsabilmente e con l'aiuto delle assistenti, a capire natura e qualità del pasto servito".

Il self service è stato attivato dalla Vivenda Spa, la società che ha in appalto il servizio e intende proporre tutti prodotti bio e a km 0. Con un investimento di 150mila euro Vivenda ha anche acquistato elettrodomestici di ultima generazione e stoviglie in polipropilene che sostituiscono quelle in cartoplastica.

L'assessore comunale Andrea Paron era presente per l'occasione alla scuola Ramires. «Questa mattina - commenta -, contestualmente all'avvio dell'anno scolastico, è iniziato il nuovo servizio di refezione, con numerose novità che al primo impatto sono state particolarmente gradite dei piccoli utenti. L'amministrazione comunale ha lavorato tutta l'estate per garantire un servizio innovativo, sano, a rifiuti zero e che costa molto meno alle famiglie rispetto agli anni passati».

Le iscrizioni alla refezione sono possibili presso lo sportello Amico in Comune ad un costo di 4 Euro a pasto per il primo figlio e 3 Euro dal secondo figlio in avanti. Lo scorso anno scolastico i bambini e gli insegnanti che frequentavano la mensa erano circa 1.500.

 

Elena Giovinazzo

Pubblicità
Pubblicità