Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Aosta, prorogata di un anno la gestione del palaghiaccio

 

L'affidamento scade a fine mese. "Ferma volontà" di non interrompere il servizio

Palaghiacciox530

AOSTA. La Giunta comunale di Aosta ha prorogato sino al 30 giugno 2018 l'affidamento in gestione del palaghiaccio di corso Lancieri. Viene così risolto, o almeno posticipato di un anno, il rischio di chiusura legato alla scadenza a fine mese dell'affidamento alla società Art On Ice Aosta.

"L'Amministrazione ritiene obiettivo prioritario ed imprescindibile assicurare continuità all'erogazione di un pubblico servizio all'utenza di riferimento qual è quello storicamente offerto dalla presenza e dal funzionamento" dello stadio del ghiaccio, si legge nella delibera che accompagna la proroga.

Il pericolo di chiusura dell'impianto è causato dalle nuove norme che limitano l'affidamento diretto degli impianti. La giunta cittadina nella delibera ribadisce la "ferma volontà" di non interrompere il servizio e riconosce di non essere "in grado di procedere ad una gestione diretta dell'impianto di proprietà, non disponendo in organico di personale numericamente sufficiente e di apposite risorse munite di competenze e professionalità complessive richieste".

Le condizioni poste dal Comune sono un canone annuo che sfiora i 20mila euro (includendo l'Iva) a fronte di rimborsi pari a 156mila euro per combustibile, energia elettrica e acqua potabile. Gli uffici comunali competenti sono stati incaricati di occuparsi delle procedure di contrattazione con il gestore uscente.

 

E.G.

Pubblicità
Pubblicità