Perché preferire la bioedilizia alla muratura tradizionale

 

Articolo promozionale

La BIOARCHITETTURA per definizione ha una visione olistica della sostenibilità ed impone scelte progettuali che non riguardano unicamente il contenimento energetico dell’edificio in esercizio. Attraverso una conoscenza interdisciplinare si occupa di migliorare la qualità della vita attuale evitando l’inquinamento ambientale ma, soprattutto, di compromettere, attraverso un consumo esagerato delle risorse, la qualità della vita delle generazioni future.
QUALITA' DELL'ABITARE ha un obiettivo importante: la soddisfazione del cliente ottimizzando costo/beneficio. Per realizzarlo è stato essenziale effettuare un confronto con la muratura tradizionale. Costruire in legno può essere molto interessante se si considerano tutti i vantaggi di questo materiale: leggero, resistente e flessibile allo stesso tempo, consente il montaggio ad alta velocità e questo significa risparmio di tempo e risparmio di forza lavoro. Da un punto di vista termico, la costruzione in legno va considerata seriamente. Per pareti sottili, la resistenza termica è buona perché l'isolamento è dato da tutto lo spessore della parete (tra i pilastri strutturali) Una struttura in muratura ruba un maggiore spazio senza fornire nessun contributo come isolamento.  Dopo anni di stagnazione progettuale e tradizionalismo esasperato, figlio di quella che sembrava una corsa “al mattone” senza fine volta alla realizzazione di edifici di concezione tradizionale in laterizio, dal 2010 anche in Italia si è potuto registrare un deciso incremento dell’interesse alle case in bioedilizia, quasi ad una nuova presa di coscienza, nei confronti delle costruzioni in legno materiale che è tornato ad essere inteso come elemento strutturale con cui progettare e costruire case monofamiliari o plurifamiliari, edifici multipiano e strutture sempre più complesse, che si allontanano sempre di più dalla concezione di “baita” che si poteva riscontrare sul mercato fino a qualche anno fa.

La differenza tra la bioedilizia e la muratura consiste in questo:
nel costo inferiore, a pari coefficienti di isolamento, della bioedilizia rispetto alla muratura;
nella qualità migliore della costruzione in bioedilizia: il legno, tra tutti i materiali per costruzioni,  è quello la cui lavorazione e posa in opera richiede minor quantitativo di energia:  per la produzione di 1 mc di componenti lignei pronti per il montaggio occorrono 8/30 kilowattora(Kwh), per il cemento 150/200 Kwh, per gli elementi in accciaio 500/600 Kwh, per l'alluminio 700/800 Kwh;
in un superiore isolamento termico, isolamento acustico, isolamento contro l'umidità: l'alto isolamento termico permette un basso consumo energetico: in inverno si riducono le spese di riscaldamento, in estate quelle di rinfrescamento. Ogni volta che il clima esterno è diverso da quello interno si producono flussi conduttivi che l'involucro intercetta. Ad esempio QUALITA' DELL'ABITARE fornisce 12 ore di sfasamento termico. Vuole dire che programmando il cronotermostato sulla temperatura desiderata, la temperatura esterna può salire a + 30 gradi o scender a – 10 gradi, la temperatura interna per 12 ore rimane costante. Un edificio ben isolato termicamente è ben isolato anche acusticamente: i rumori sino a 35 db non vengono percepiti. Ogni particolare della struttura non trasmette rumori: auto che passano, bimbi che piangono, passi al piano di sopra non sono più un problema;
in un notevole risparmio energetico (le nostre case consumano lt, 1,5 di combustibile per mq all'anno) La Legge 10 prevede un idoneo isolamento con un coeff. U=0,24 per la muratura, noi offriamo un coeff. U =0,12 oppure U=0,14 Per arrivare a tali coefficienti con la muratura occorrerebbe investire con un costo superiore;
in una costruzione antisismica, che la muratura tradizionale non offre. La casa in bioedilizia è maggiormente isolante in caso d'incendio ( per quanto possa sembrare assurdo...) L'autocombustione del legno avviene a 300° mentre la deformazione dell'acciaio e il rischio di crolli di una struttura in cemento armato avviene a 200°. Nelle case in bioedilizia  la struttura del legno delle pareti è protetta internamente da fermacell, fibracell o cartongesso, materiali con ottime caratteristiche anti fuoco;
in un risparmio di tempo di realizzazione: per costruire una casa in muratura occorrono circa due anni se va bene, per costruire una casa in bioedilizia, sempre a partire dal rilascio della concessione edilizia, a parità di dimensione (es. 100 mq) occorrono due settimane per arrivare al montaggio fino al tetto e due mesi per finirla internamente chiavi in mano.

Per una casa in muratura occorre più tempo, quindi più costi e più ore di lavoro degli operai per il montaggio, poi ulteriore tempo e costo per i successivi interventi degli impiantisti e degli altri tecnici. I tempi realizzativi brevi sono dunque molto importanti.
il prezzo bloccato: il prezzo è definito preventivamente e non subisce modificazioni in corso d'opera ( se non pattuite) a differenza della muratura dove le oscillazioni al rialzo sono di prassi poiché dipendono dalle ore di lavoro degli operai, dalle condizioni climatiche ecc;
un solo responsabile per tutto come offre la bioedilizia, è un'agevolazione per il cliente, consente una maggior velocità e un miglior coordinamento dei lavori, riducendo i costi e i tempi connessi alla comunicazione tra fornitori e progettisti;
l'architettura personalizzata: nella bioedilizia c'è un'assoluta libertà di progettazione, secondo la volontà e le necessità individuali, un'accorta scelta dei materiali e del tipo di parete che si desidera sono  fattori che, abbinati ad un corretto orientamento dell'edificio, influenzano l'efficienza energetica e il comfort abitativo. Il legno infatti permette una notevole libertà architettonica e decorativa rispetto alla muratura, QUALITA' DELL'ABITARE può realizzare ogni tipo di progetto;
la totale assenza di muffe e umidità: i materiali utilizzati svolgono una una funzione attiva sull'ambiente favorendo la traspirabilità delle pareti. Il legno assorbe l'umidità in eccesso che rilascia al momento del bisogno;
la totale scomparsa di ponti termici: i valori dichiarati per l'isolamento sono costanti;
le certificazioni di garanzia: 30 per la casa  più i tempi previsti ai sensi di legge per gli impianti. Le strutture in legno impiegate sono tutte trattate al fine di migliorarne le caratteristiche meccaniche,occorre ricordare anche la stagionatura permanente del legno. Nel tempo infatti migliora le sue caratteristiche, inoltre il legno di conifere, essendo un legno resinoso, non costituisce l'ambiente ideale per tarli e parassiti. In ogni caso tutte le pareti sono opportunamente trattate anti tarlo anti muffa e anti parassiti.
QUALITA' DELL'ABITARE lavora secondo i parametri CASA CLIMA, MINERGIE, per la Svizzera, BATIMENT BASSE CONSOMMATION (BBC) per la Francia, con gli idonei criteri (sinonimo di qualità).
Quando si entra in una casa in bioedilizia si sente la differenza: è fresca d'estate e calda d'inverno, è accogliente perchè la struttura del telaio è in legno. Fa bene alla salute poiché a differenza dei materiali tradizionali che contengono sostanze tossiche dannose alla salute come ad esempio gli intonaci e le vernici acriliche che sprigionano delle sostanze cancerogene che vengono respirate ogni giorno da chi ci vive. La bioedilizia, invece, utilizza solo prodotti naturali, bonifica il radon, un gas inerte presente nelle case tradizionali che rappresenta la seconda causa di tumori polmonari dopo il fumo, e crea una protezione dalle onde elettromagnetiche che hanno lostesso effetto tossico del gas radon;
un ricambio d'aria interno inoltre può eliminare eventuali allergie da pollini o polveri, quindi il clima interno alla casa è confortevole;
il confort igrometrico è un bene da considerare perché il legno regola naturalmente l'umidità.
l'droscopicità e l'utilizzo di materiali igroscopici: sono proprietà, che la muratura non offre, di assorbire acqua o di combinarsi con essa. Attraverso analisi sperimentali e misurazioni è stato dimostrata la capacità dei materiali igroscopici di abbassare i livelli di carico del vapore e eliminare le variazioni di umidità interna;
il legno ha una maggior resistenza agli urti, all'usura del tempo;
la costruzione ha una maggiore longevità percheé i materiali sono maggiormente resistenti all'usura del tempo rispetto al mattone;
il mantenimento della casa: la tinteggiatura per esempio, ha una durata superiore rispetto a quella della casa in muratura;
Per arrivare ad avere gli stessi parametri offerti da una struttura in bioedilizia in Classe A, come quella di QUALITA' DELL'ABITARE, in muratura si dovrebbe realizzare un muro da 80 cm.
Il valore commerciale migliora nel tempo per una casa in bioedilizia in classe A certificata e supera quello della casa in muratura. Quando si vende la propria abitazione in bioedilizia si può stare tranquilli perché il suo valore commerciale resterà sempre intatto nel tempo, anzi ho avuto alcuni clienti che hanno venduto ad un costo superiore rispetto a quello dell'acquisto.
Il legno cresce naturalmente ed è infinitamente rinnovabile; una gestione forestale responsabile assicura che le foreste siano gestite legalmente e in modo da  assicurare nel lungo periodo la domanda crescente di strutture in legno.

Il legno è ideale per l'ambiente per il ridottissimo impatto ambientale: gli studi sul ciclo di vita di un prodotto considerano l'impatto ambientale dei materiali dall'estrazione, alla produzione fino alla trasformazione, trasporto, installazione, utilizzo, manutenzione, smaltimento o riciclo. Questi studi confermano sempre che per l'ambiente il legno è migliore del cemento o dell'acciaio in termini di energia incorporata, inquinamento dell'aria e dell'acqua, emissione di gas serra. Inoltre l'industria del legno riduce gli scarti attraverso l'ottimizzazione delle operazioni di produzione e utilizzando la segatura e la fibra di legno produce isolamenti.
Infine le persone sentono un'istintiva attrazione e connessione con i materiali naturali come il legno che contribuiscono in modo determinante al benessere individuale e all'armonia uomo-ambiente.
Ecco perchè è aumentata notevolmente la richiesta di abitazioni in bioedilizia che hanno un mercato ormai superiore alle case in tradizionale. Negli ultimi anni  l'evoluzione è stata notevole infatti, nonostante la crisi economica abbia colpito duramente il settore edile, le imprese di costruzione in legno hanno vissuto e vivono una migliore situazione rispetto a quelle in muratura. Sono avvantaggiate perché il legno sta attirando sempre più persone e in pochi anni la qualità delle realizzazioni in legno è migliorata. Il settore è cresciuto notevolmente dal 2000, il mercato è rinato sia per le costruzioni a telaio che per quelle X LAM. Anche il blockhaus è migliorato strutturalmente. Un esempio della versatilità del materiale, della sua velocità di montaggio e della possibilità di sviluppo anche in verticale è sicuramente il Murray Grove a Londra, progettato dallo studio Waugh Thistleton Architects. Con i suoi 9 piani fuori terra costruiti in 9 settimane con elementi in legno lamellare massiccio XLAM, sia per le strutture portanti che per quelle di tamponamento verso l’esterno, così come per i vani di scale e gli ascensori, il Murray Grove rappresenta anche un tipico modello di social housing, proponendo diverse tipologie di alloggi per differenti esigenze e portafogli.
Un altro esempio è il più grande quartiere residenziale sostenibile d’Europa, a Milano, in zona S. Siro, su progetto dell’architetto Fabrizio Rossi Prodi, composto da 4 palazzine da 9 piani fuori terra tutte in legno lamellare massiccio X-LAM partendo da fondazioni e vani ascensore in calcestruzzo armato e con tutti gli accorgimenti per ottenere la classe energetica A, pannelli fotovoltaici integrati negli edifici, tetti pensili ed un sistema di cogenerazione per limitare la “dipendenza energetica”.
QUALITA' DEL'ABITARE ha seguito l'evoluzione del mercato e valutato, nel tempo, le esigenze dei clienti, in 20 anni sono cambiate notevolmente, oggi sono sempre più informati sia sulle metodologie costruttive che sulle nuove realizzazioni architettoniche, hanno le idee chiare su ciò che vogliono,  grazie all'informazione on line sono documentati sia sulla qualità che sui costi e le loro scelte sono obiettive. Noi li affianchiamo  fornendo un servizio a 360 gradi sull'abitare.

Potete contattarmi al cell. 339-6256646 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. il mio sito è : www.qdabitare.com

Pubblicità
Pubblicità