Il Traforo del Gran San Bernardo resterà chiuso fino al 30 novembre

 

In corso di lavori per rendere sicura la soletta di ventilazione

AOSTA. Il Traforo del Gran San Bernardo, chiuso dal 21 settembre scorso, non riaprirà prima di altri due mesi. La conferma arriva dalla società Sisex.

"I lavori di demolizione parziale della struttura secondaria ammalorata (soletta di ventilazione) sono iniziati", informa la società. L'intervento si è reso necessario per mettere in sicurezza la struttura che separa la galleria dove transitano i veicoli dal sovrastante tunnel di ventilazione dopo il cedimento del mese scorso. I tempi sono lunghi e la Sitrasb ha "presentato delle soluzioni che permetterebbero una riapertura del Traforo in sicurezza ipotizzabile entro il 30 novembre 2017".

Per ora il collegamento internazionale tra l'Italia e la Svizzera per il traffico leggero e per gli autobus è garantito dal Colle del Gran San Bernardo. "I gestori italiano e svizzero delle rispettive strade statali - aggiunge Sisex - hanno assicurato la propria disponibilità ad attuare tutte le misure necessarie al fine di protrarre l'apertura" del passo "finché le condizioni metereologiche lo consentiranno".

 

Marco Camilli

Pubblicità
Pubblicità