Corsi di riqualifica Adest: segnalazione di un'ingiustizia

Riceviamo e pubblichiamo

Con la presente vorrei raccontarle le circostanze con le quali la pubblica amministrazione e gli enti formativi preposti hanno prima illuso e poi deluso 32 lavoratori del settore sociosanitario:

Lo scorso anno, l'allora Assessore alla Sanità, Laurent Viérin, ha annunciato l'avvio, nell'autunno del 2017, di un corso di riqualifica rivolto ai disoccupati che avessero svolto attività lavorativa in qualità di Assistente Domiciliare e dei Servizi Tutelari (ADEST) per ameno 18 mesi.

" È un corso molto atteso – ha detto Viérin - che darà la possibilità di non lasciare indietro nessuno e di valorizzare personale molto importante, per esperienza e professionalità, per il settore socio-sanitario". Nel febbraio del 2016 le adest interessate al corso e in possesso dei requisiti di anzianità di servizio sono state invitate dall'Assesorato alla Sanità a compilare la domanda di preiscrizione i cui termini di scadenza sono stati prorogati in considerazione dell'alto interesse suscitato dalla notizia del suo possibile avvio.

"Questa importante opportunità che avevamo annunciato e che oggi diventa realtà -ha dichiarato Laurent Viérin - dà la possibilità alle ADEST rimaste di riqualificarsi e concludere un percorso formativo utile nella costruzione del nuovo welfare e appagante per il percorso lavorativo delle professionalità che da anni operano nel sociale riconoscendo il loro lavoro".

Il 29 settembre 2017, Projet Formation, ente accreditato dalla Regione per la formazione in Valle, ha aperto le iscrizioni a due corsi in ambito sanitario per disoccupati, cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo, la formazione base di 25 Oss (scadenza 12 ottobre) e la riqualifica di 50 Adest. I termini di scadenza di quest'ultimo sono stati fissati inizialmente nel 12 ottobre, in seguito rinviati al 31 ottobre e prorogati ulteriormente al 10 novembre 2017. Il 15 novembre, Projet Formation ci ha comunicato telefonicamente che il corso non sarebbe partito senza fornirci alcuna spiegazione, ma invitandoci ad un incontro Mercoledi 22 novembre alle h 11 presso la loro sede di Pollein.

In alcun modo, nella fase di iscrizione al percorso, è mai stata prospettata l'incertezza del suo effettivo avvio. Per tale ragione e nel rispetto di uno dei criteri di accesso allo stesso, cioè essere in uno stato di disoccupazione, gli ADEST interessati alla riqualifica hanno rifiutato il rinnovo del contratto nelle aziende per cui lavoravano, rinunciando a mesi di stipendio e, cosa ancor più rilevante, non hanno avuto la possibilità di candidarsi al percorso base da 1000 ore per la qualifica professionale di Oss (scadenza 12 ottobre), perdendo cosi l'unica occasione che era rimasta per poter vedere riconosciuto il lavoro a cui abbiamo dedicato anni, con amore e dedizione, e, soprattutto, l'ultima possibilità per continuare a lavora in quest'ambito.

 

lettera firmata

Altre news di attualità

Pubblicità
Pubblicità