Oggi è il

La nave Aquarius sbarca ad Aosta

  • Pubblicato: Venerdì, 15 Giugno 2018 10:15

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Iniziativa simbolica nel cuore della città con lo slogan #restiamoumani

 

#restiamoumani

AOSTA. Un sit in di protesta quello organizzato dalla scuola DoubleTe di Aosta ieri sera in piazza Chanoux. Con le onde di cartapesta colorata si è a bordo dell'Aquarius per un attimo, ideologicamente. Un comunicato quasi urlato a più voci e in più momenti in cui si leggono tutti gli articoli in materia di immigrazione e diritti umani, un comunicato sulla volontà di far sentire la propria voce per quelli che lo hanno firmato: più di 300 persone e oltre 25 associazioni.

A primeggiare sui cartelli l'hastag "restiamo umani" che vuole sottolineare il diritto di essere considerati tali per nascita, tutti, ma anche un appello all'umanità che è misericordia nei confronti delle persone, tutte. E fa pensare alla disputa sui social dei giorni scorsi che sa di tifo calcistico ora che gli stadi sono chiusi, all'Italia, quelli sì.

"Apriamo i porti" di ieri sera non ha colore politico per una causa che è e dovrebbe restare nella mente di ognuno come una causa di salvataggio umano, perché di quello si tratta. Nessuna vita è negoziabile e non esiste causa per cui si possa sacrificare.

C'è una scuola in piazza ad Aosta che insegna e ricorda quanto sancito dalla dichiarazione universale dei diritti umani: "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire verso gli altri in spirito di fratellanza" nelle letture di Giulio Gasperini, della scuola DoubleTe, e ancora "nessuno affida i propri bambini ad una barca, a meno che non sia più sicura della terra", come recita una poetessa somala per bocca di un'insegnante, nel silenzio di una piazza poco gremita dove il fruscìo delle finte onde copre quel silenzio che sa di sdegno.

Il pensiero oltre ogni ideologia va a chi, mentre noi stiamo qui a parlarne, ha perso la vita prima di vedere un'altra riva.



Adriana Guzzi

Free Joomla Lightbox Gallery

Altre news di attualità

 

Live cam

 

Archivio >

Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075