Oggi è il

Vigili del fuoco della Valle d'Aosta in stato di agitazione per il contratto regionale

  • Pubblicato: Venerdì, 15 Giugno 2018 10:52

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Sindacati: "proposta irrispettosa, bisogna azzerare la differenza retributiva con forze dell'ordine"

 

Vigili del fuoco

AOSTA. Il Corpo valdostano dei Vigili del fuoco è in stato di agitazione per il contratto regionale di lavoro. La decisione è stata presa all'unanimità dall'assemblea unitaria che si è riunita in settimana.

La proposta messa sul tavolo è «irrispettosa nei confronti di tutto il personale» e mette «nell'impossibilità di giungere ad un accordo», tuonano in una nota Fp Cgil, Fp Cisl, Uil Fpl, Fp Savt, Fialp Sivder e Conapo,

Le richieste dei sindacati sono chiare: «Pretendiamo, alla stregua di quanto avvenuto già a livello nazionale, che anche in Valle d’Aosta venga riconosciuta ai Vigili del Fuoco quella specificità che ha portato il Governo nazionale a impegnarsi, affinché nel più breve tempo possibile si azzeri la differenza retributiva con le altre forze dell’ordine». I pompieri valdostani vogliono «il riconoscimento della specificità» attraverso «un apposito percorso normativo legislativo, che adegui automaticamente dal punto di vista normativo ed economico le specifiche indennità fisse ed accessorie».

I sindacati fanno i conti: «Allo stato attuale, tenuto conto dei vari livelli e dei differenti anni di anzianità di servizio, la differenza retributiva, tra quanto da noi, Organizzazioni Sindacali, richiesto al tavolo regionale (che non era neanche da paragonare a quanto ottenuto dal corpo nazionale), e quanto proposto dall’amministrazione regionale, si attesta tra i 1.100 e i 5.300 euro annui in meno. Siamo a questo punto, nonostante tutte le promesse fatte e le rassicurazioni ricevute, già a partire dallo scorso anno».

«Rimaniamo in attesa - concludono le organizzazioni sindacali - di essere convocati per la procedura di "raffreddamento", quella procedura conciliatoria da mettere in atto in prefettura, utile a riavvicinare le parti per scongiurare lo sciopero. In seguito all’esito della quale decideremo in accordo con il personale dei Vigili del fuoco eventuali azioni e mobilitazioni».



Elena Giovinazzo

Altre news di attualità

 

Live cam

 

Archivio >

Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075