Oggi è il

Sindacati: dossier Casinò è urgenza per nuovo governo

  • Pubblicato: Martedì, 19 Giugno 2018 17:46

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

"Andamento non in linea con i piani e management incapace di dare risposte". Assemblea dei lavoratori il 6 luglio

Casinò di Saint-Vincent

AOSTA. I lavoratori del Casinò di Saint-Vincent sono convocati il 6 luglio per una assemblea generale indetta da Cgil, Cisl, Savt, Snalc e Uil. L'obiettivo, anche in vista della formazione del nuovo governo in Regione, è fare il punto della situazione sull'andamento della casa da gioco, che secondo i sindacati «non è in linea con quanto previsto dal piano di ristrutturazione aziendale», e soprattutto discutere delle azioni dell'azienda, che «non sta rispettando i contenuti dell'accordo sottoscritto nel luglio scorso».

Le segreterie regionali, insieme ai direttivi ed alle delegazioni sindacali, in un comunicato unitario accusano azienda e management di essere «incapaci di dare reali risposte e di garantire una vera inversione di tendenza». «Ancora una volta - sostengono i sindacati - sono solo i lavoratori a rispettare gli accordi, contribuendo in prima persona al risanamento dei conti dell'azienda, mentre dall'altra parte non si vede nessun reale segnale di rilancio e di ristrutturazione».

Al nuovo governo Cgil, Cisl, Savt, Snalc e Uil «chiedono fin da adesso che il dossier Casinò venga gestito con la massima urgenza e professionalità. Se si vuole realmente salvare un'azienda che è un patrimonio di tutti i valdostani, è necessario che i rappesentanti della proprietà rispettino quanto previsto dalle leggi in materia e operino una forte azione di controllo sul management aziendale, pretendendo dei veri risultati che possano far guardare al futuro con maggiore fiducia».

 

Elena Giovinazzo

Altre news di attualità

 

Live cam

 

Archivio >

Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075