Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Valle d'Aosta, piano straordinario di lotta alla processionaria del pino

 

Squadre forestali dedicate, tagli e aumento della raccolta dei nidi

Processionaria-pino2x530

AOSTA. Contro la processionaria del pino saranno attivate anche delle squadre forestali dedicate. Lo prevede un piano straordinario di lotta al lepidottero infestante a cui sta lavorando l'Amministrazione regionale.

Dallo scorso anno è operativo un programma di interventi per ridurre la popolazione di processionaria con trattamenti lungo le strade, raccolta dei nidi, trappole e tagli che ha dato i primi risultati. Le aree infestate sono però ancora estese in special modo nei comuni di Sarre e Saint-Pierre. Le osservazioni del 2016 indicavano un lieve aumento della superficie interessata (+13%) a fronte di un calo del numero dei nidi stimati (-16%).

Con il piano straordinario sono previste misure più incisive, un aumento della raccolta di nidi ed una riperimetrazione delle fasce protette con l'abbattimento di piante.

Oltre a danneggiare le pinete, la processionaria può avere effetti anche sulla salute umana. I peli in particolare sono uricanti e se toccati possono provocare dermatiti ed infiammazioni agli occhi ed alle vie respiratorie. Per i cani che aspirano i peli le conseguenze possono essere anche mortali.

 

E.G.

Pubblicità
Pubblicità