Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Ferrovia, entro il 2018 in servizio i nuovi treni bimodali sulla Aosta-Torino

 

Il treno diesel/elettrico presentato dalla società Stadler nello stabilimento svizzero

AOSTA. Dovrebbero entrare definitivamente in servizio nel corso del 2018 il nuovo treno "Flirt" che correrà sulla tratta ferroviaria Aosta - Torino. Il bimodale diesel/elettrico, con la sua livrea rossa e il logo a cuore della Valle d'Aosta di colore bianco, è stato presentato dalla società Stadler nello stabilimento di Bussnang-Erlen, vicino a Zurigo, al presidente della Regione Marquis ed all'assessore ai trasporti Restano a due anni dalla stipula del contratto di fornitura con la Regione, che li ha richiesti per superare il problema della rottura di carico di Ivrea.

«Si tratta - commenta il presidente Marquis - di una tappa importante che va inquadrata nel percorso tracciato di recente dalla legge n. 22 del 2016, approvata all'unanimità dal Consiglio Valle, in un ottica di miglioramento dell'accessibilità e della competitività della Valle».

Per l'assessore Restano l'auspicio è che il bimodale «possa essere al più presto omologato, consegnato alla Regione e messo in esercizio in via definitiva nel corso del 2018, a favore dei valdostani e dei turisti. Sarà un risultato collegato agli interventi infrastrutturali intesi a velocizzare e ammodernare la linea», aggiunge Restano.

Alla presentazione hanno preso parte anche rappresentanti di altre regioni italiane, di società di trasporto ferroviario, esperti e giornalisti di settore insieme a dirigenti e funzionari dell'assessorato ed ai consiglieri regionali membri della IV Commissione Aurelio Marguerettaz e Luca Bianchi.

 

C.R.

Pubblicità
Pubblicità