Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Estate di controlli speciali per la polizia ferroviaria di Valle d'Aosta e Piemonte

 

Obiettivo: "realizzare una più incisiva attività di natura preventiva"

stazione

AOSTA. Quasi 23mila persone identificate, 920 pattuglie impiegate a scorta di 2.300 treni, 11 arresti e 274 persone denunciate a piede libero. Senza contare le 277 contravvenzioni elevate e i 5 minori rintracciati dopo essersi allontanati da casa. E' il bilancio dell'attività compiuta durante l'estate della polizia ferroviaria di Piemonte e Valle d'Aosta.

"Anche quest'anno - spiega la Questura di Aosta - il considerevole flusso di viaggiatori che ha caratterizzato come di consueto il periodo estivo, è stato oggetto di particolare attenzione di tutti gli addetti ai lavori, soprattutto in concomitanza dei fine settimana caratterizzati da un incremento considerevole delle partenze".

Con l'obiettivo di "realizzare una più incisiva attività di natura preventiva, il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e Valle d’Aosta, durante il trimestre estivo, ha organizzato numerosi servizi di controllo che, unitamente a quelli disposti a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria, hanno vigilato sulla sicurezza dei viaggiatori e di tutti coloro che lavorano in ambito ferroviario, sia nelle stazioni che a bordo dei treni, in particolare dei convogli Alta Velocità ed Internazionali".

 

C.R.

Pubblicità
Pubblicità