Finestra di beltempo: nove alpinisti in salvo sul Cervino

 

Tra loro, bloccati da due notti a 3.700 metri, anche l'alpinista francese Gabarrou e la sua cliente

AOSTA. Giornata impegnativa per gli uomini del soccorso alpino che oggi hanno portato in salvo nove persone in difficoltà sul monte Cervino. Tra queste anche Patrick Gabarrou, 66 anni, uno dei più famosi alpinisti francesi.

Gabarrou ha trascorso due notti all'addiaccio a circa 3.700 metri di quota insieme alla scalatrice che stava accompagnando come guida, la valdostana Ivana Tonin. Venerdì scorso, dopo aver raggiunto il Dent d'Herens, i due sono rimasti bloccati. Hanno chiesto aiuto ma per via delle condizioni meteo il soccorso alpino valdostano e della guardia di finanza non sono stati in grado di raggiungerli né in elicottero né da terra. Soltanto stamane, approfittando di una finestra di beltempo, i due sono stati portati a valle e successivamente in ospedale ad Aosta. Già dimessi, sono in buone condizioni fisiche, ma un po' disidratati. Se sono sopravvissuti è anche grazie alla loro capacità di costruire un piccolo rifugio di fortuna per ripararsi dal forte vento.

Le altre sette persone recuperate sul Cervino - sulla Cresta del Leone e vicino alla capanna Cheminee - sono alpinisti polacchi in difficoltà sempre a causa delle condizioni meteo difficili. Un'operazione congiunta del Soccorso alpino valdostano e di Air Zermatt li ha riportati a valle. In quattro riportano sintomi di ipotermia e due di loro sono anche rimasti feriti dopo una caduta.

 

Marco Camilli

Pubblicità
Pubblicità