Sei indagati per il masso che franò sull'automobile di un ingegnere a Villeneuve

 

Chiusa una delle inchieste sull'incidente che ferì Michel Chabod

AOSTA. Sono sei gli indagati dalla procura di Aosta per un masso che a Villeneuve sei anni fa è franato su un'auto ferendo gravemente un ingegnere di Valsavarenche, Michel Chabod, di 41 anni.

Per questo incidente la procura ha chiuso una delle inchieste. Sotto accusa per disastro colposo in relazione ai reati di frana e attentato alla sicurezza pubblica ci sono il proprietario del terreno, l'aostano Gabriele Gianni di 76 anni; l'affittuaria Anna De Santis, 48 anni di Aosta; il sindaco dell'epoca Roberta Quattrocchio, 52 anni; l'ex presidente della Regione Augusto Rollandin, 68 anni; l'ex dirigente dell'assessorato regionale alle opere pubbliche Carlo Berthod, 76 anni; il progettista Luciano David, 71 anni, di Villeneuve, coinvolti in lavori di allargamento della strada. Per gli ultimi quattro c'è anche l'ipotesi di concorso in lesioni personali colpose.

La chiusura dell'inchiesta giunge quattro mesi dopo la decisione del pm Giancarlo Avenati Bassi di revocare la richiesta di archiviazione avanzata dal suo predecessore Pasquale Longarini e dall'ex procuratore capo Miarilinda Mineccia.

redazione

Pubblicità
Pubblicità