Corruzione e turbativa d'asta, impresario di Saint-Pierre sentito dal pm

Interrogatorio su lavori al Forte di Bard affidati a «imprenditori amici»

forte-bard2AOSTA. Uno degli indagati nell'inchiesta che ha portato all'arresto di Gabriele Accornero e Gerardo Cuomo è stato sentito dal pm Ceccanti, titolare delle indagini. Davide Bochet, 49 anni, impresario di Saint-Pierre, è stato interrogato sui lavori di rifacimento di impianti idraulici all'Opera Ferdinando del Forte di Bard compiuti lo scorso anno e costati circa 80mila euro.

All'uscita dall'interrogatorio Bochet e il suo avvocato Andrea Balducci non hanno rilasciato dichiarazioni.

Secondo la procura Accornero avrebbe affidato i lavori all'Opera Ferdinando e altri interventi «agli imprenditori amici, anche attraverso la presentazione di preventivi fasulli forniti dagli stessi imprenditori a cui sono stati affidati i lavori, ricevendo utilità che riguardano lavori presso la sua abitazione di Porossan».

L'inchiesta riguarda le ipotesi di reato di corruzione e turbativa d'asta.

 

Marco Camilli

Altre news di cronaca

Pubblicità
Pubblicità