Oggi è il

Furgone con tritolo, confermato il carcere per l'autista

  • Pubblicato: Lunedì, 16 Aprile 2018 15:31
furgone
Pin It

 

AOSTA. Il giudice delle indagini preliminari ha confermato l'arresto di Agan Ramic, il franco-bosniaco di 56 anni che guidava il furgone con due chili di tritolo e due detonatori elettrici fermato lo scorso venerdì al traforo del Monte Bianco. L'interrogatorio di garanzia si è svolto nella casa circondariale di Brissogne dove Ramic è stato portato con le accuse di detenzione e introduzione nello Stato di esplosivi.

Il 56enne è seguito dall'avvocato Laura Marozzo. «Il mio assistito ha confermato le dichiarazioni» rese durante l'interrogatorio di venerdì, ha spiegato il legale. Agli inquirenti ha spiegato che l'esplosivo è stato piazzato nel furgone come "vendetta" nei suoi confronti da parte di criminali dell'Est Europa che lui aveva denunciato. «Ora dobbiamo aspettare che gli inquirenti facciano le indagini - ha aggiunto Marozzo-. Lui ha dato dei buoni spunti di lavoro, delle indicazioni importanti».

Ramic è presidente della onlus Bosna, «un'associazione umanitaria che si occupa di trasportare ex profughi e materiale per questi ex profughi, dalla Francia alla Bosnia e viceversa», ha spiegato ancora l'avvocato. Sul furgone fermato venerdì viaggiavano anche quattro passeggeri dell'Est Europa interrogati e poi rilasciati perché estranei alla vicenda.

Le indagini del pm Luca Ceccanti, sotto l'egida del procuratore capo di Aosta Paolo Fortuna.

 

Marco Camilli

Altre news di cronaca

Pubblicità

 

Live cam

 

Archivio >

AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075