Resta in carcere il prete-passeur arrestato al Monte Bianco

 

Il nigeriano arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ha patteggiato la pena

AOSTA. Ha patteggiato due anni, due mesi e venti giorni di reclusione Moses Noweoghomwenma Aibgbekean, prete-passeur di nazionalità nigeriana arrestato al traforo del Monte Bianco per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

L'uomo, che ha detto di essere un pastore della chiesa cristiana pentecostale del casertano, guidava un'automobile con a bordo un gruppo nigeriani irregolari respinti dalle autorità francesi. E' stato anche condannato a pagare una multa di 34.000 euro e la richiesta presentata dal suo legale di revoca della custodia cautelare è stata respinta. Il 34enne dunque rimane in carcere.

 

redazione

Pubblicità
Pubblicità