Reddito di inclusione, domande in Regione dal 15 settembre

 

Il bando 2017 continene alcune novità rispetto al precedente

AOSTA. Dal 15 settembre è possibile fare domanda in Regione per il reddito di inclusione che consente ai nuclei familiari in difficoltà economica di ottenere un contributo mensile tra 450 e 550 Euro. Per poterne beneficiare la persona che lo richiede deve impegnarsi firmando il "Patto di inclusione" per la formazione e l'inserimento lavorativo.

Il contributo può essere concesso per un massimo di cinque mesi, eventualmente prorogabili di altri tre dopo una sospensione di almeno un mese. Per averne diritto è necessario un Isee non superiore a 6mila euro. Inoltre non possono presentare domanda coloro che hanno già usufruito del beneficio economico, in qualità di richiedente o componente del nucleo familiare, a seguito di istanza presentata nel 2016.

Rispetto al precedente bando, la possibilità di accedervi è stata estesa alle persone con più di 25 anni, agli iscritti come disoccupati presso uno dei Centri regionali per l’impiego da almeno ventiquattro mesi e agli occupati con un reddito inferiore al reddito annuale minimo escluso da imposizione fiscale (euro 8.000,00 per lavoro subordinato o 4.800,00 per lavoro autonomo). Il nuovo bando ammette inoltre la possibilità di cumulo del beneficio con le Misure del Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA) e con le provvidenze economiche a favore di invalidi civili, ciechi civili e sordomuti, purché l’importo annuo non superi, per l’intero nucleo familiare, il reddito annuale minimo escluso da imposizione fiscale.

Sul sito web della Regione sono disponibiil l'avviso, il modulo di domanda e le informazioni per presentare l'istanza. C'è tempo fino al 31 agosto 2018.

 

redazione

 

Pubblicità
Pubblicità