Lavoro, dopo le "Journées" arrivano le "Semaines des métiers"

 

Al termine della due giorni in Cittadella dedicata al turismo l'assessore Guichardaz rilancia ipotizzando di coinvolgere altri settori

AOSTA. Si sono concluse oggi alla Cittadella dei Giovani di Aosta le Journées des métiers du tourisme, un'occasione di incontro tra domanda e offerta per le imprese e i professionisti del settore turistico.

All'iniziativa hanno preso parte diciassette aziende locali proponendo complessivamente 54 offerte di lavoro articolate in diverse figure professionali. «I lavoratori iscritti - riferisce la Regione facendo un bilancio di questa edizione - hanno raggiunto un totale di 149 unità: ieri, lunedì 30 ottobre, 99 hanno effettuato colloqui con 10 aziende, mentre oggi, martedì 31 ottobre, 68 hanno incontrato 4 aziende. Complessivamente tutti gli albergatori e ristoratori intervenuti hanno potuto reperire i curricula utili alle loro esigenze. Alcuni hanno comunque richiesto di proseguire l'inserzione dell'offerta di lavoro sul sito regionale», all'interno della sezione "Lavoro".

«La formula delle "Journées" - commenta l'assessore alle Attività produttive Jean-Pierre Guichardaz - rappresenta il modo per rendere la pubblica amministrazione amica del cittadino, mediatrice dei bisogni, facilitatrice dei processi. Siamo convinti che queste iniziative vadano ulteriormente potenziate, ampliando la platea degli interlocutori». L'assessore annuncia l'organizzazione, in primavera e in autunno, di due "Semaines des métiers". «Siamo ancora in fase progettuale - dice - ma pensiamo di andare oltre il settore del turismo e della ricettività, intercettando altre tipologie di imprese, altri bisogni di lavoro. Pensiamo di strutturare le prossime "Semaines" inserendo anche percorsi formativi che oggi sono pre-condizioni all'assunzione oltre che certificazioni di competenze».

 

Marco Camilli

Pubblicità
Pubblicità