Self in crisi: preoccupazione i dipendenti del punto vendita di Quart

 

A rischio 700 posti di lavoro in tutta Italia. Il sindaco Barocco chiede incontro con l'assessore Guichardaz

AOSTA. C'è preoccupazione per la situazione di crisi di Selfitalia Srl. A inizio novembre l'azienda ha depositato in tribunale a Torino la proposta di concordato preventivo.

Self conta circa 700 dipendenti sparsi in oltre 10 punti vendita in Italia e una ventina di loro lavorano nel punto vendita valdostano la cui nuova sede a Quart è stata inaugurata appena un paio di anni fa.

«A livello nazionale verrà richiesto dalle organizzazioni sindacali a Selfitalia un incontro in merito alla procedura di cui le organizzazioni sindacali non sono state informate», anticipa Isabelle Buillet, segretario generale di Filcams Cgil Valle d'Aosta.

Per qiuanto riguarda il punto vendita di Quart, il sindaco Jean Barocco ha sollecitato un incontro con l'assessore regionale alle attività produttive Jean Pierre Guichardaz. «L'incontro - si legge nella lettera inviata dal sindaco - è richiesto per poter avere, tramite eventualmente i suoi uffici e con l'ausilio delle organizzazioni sindacali, notizie più chiare dall'azienda, circa la situazione occupazionale della filiale che opera sul territorio comunale».

 

E.G.

Pubblicità
Pubblicità