Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Valle d'Aosta, firmato accordo per ammortizzatori sociali in deroga 2016

 

L'accordo quadro prevede cig in deroga per periodi da 15 giorni a 3 mesi

AOSTA. Regione, Inps e parti sociali hanno firmato l'accordo quadro per la gestione degli ammortizzatori sociali in deroga nel 2016. "Dando seguito alle disposizioni della legge di stabilità per l'anno 2016 e in riferimento al Decreto interministeriale 83473 dell'agosto 2014 - riferisce l'assessorato regionale delle Attività produttive e Politiche del lavoro -, il nuovo accordo prevede che la Cassa integrazione in deroga possa essere concessa anche nell'arco del 2016, per periodi continuativi non inferiori a 15 giorni e della durata massima di 3 mesi".

Lo stesso decreto, precisa l'assessorato, prevede inoltre "requisito di dodici mesi di anzianità lavorativa alla data di inizio del periodo di CIG richiesto; esclusione delle imprese in cessazione, totale o parziale di attività; ammissione delle sole imprese, artt. 2082 e 2083 del codice civile, nonché degli studi professionali, secondo quanto stabilito con Ordinanza del Consiglio di Stato dell'11 marzo 2015, in attesa della pronuncia del TAR del Lazio; pieno utilizzo, prima del ricorso all'integrazione salariale, degli strumenti ordinari di flessibilità, inclusa la fruizione delle ferie residue; utilizzo prioritario, se effettivamente accessibili, degli strumenti previsti dalla legislazione ordinaria nei casi di sospensione dal lavoro o riduzione dell'orario di lavoro".

L'accordo, pubblicato anche sul sito internet della Regione, è stato sottoscritto martedì. Ora bisognerà attendere l'assegnazione delle risorse statali per il 2016 e le decisioni di Roma sull'uso delle risorse non utilizzate nel 2015. Nel frattempo l'Amministrazione regionale si occuperà degli adempimenti istruttori sulle domande presentate. "I provvedimenti di concessione - conclude l'assessorato - seguiranno in seguito all'accertamento della effettiva disponibilità delle relative risorse finanziarie assegnate dallo Stato, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda aziendale".

 

C.R.

Pubblicità

Mobile Link