Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Fisco: spedite 228 lettere di compliance per i contribuenti della Valle d'Aosta

 

Gli inviti a giustificare le anomalie nelle dichiarazioni dei redditi riguardano anche i lavoratori autonomi

agenzia-entrate2x530

AOSTA. Sono 228 le lettere che l'agenzia delle Entrate sta spedendo ad altrettanti contribuenti della Valle d'Aosta per anomalie riscontrate nelle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2014.

Si tratta di lettere via posta ordinaria o via pec di invito alla compliance, dunque non avvisi di accertamento bensì sollecitazioni a giustificare le discrepanze su somme percepite nel 2013 e non dichiarate, in tutto o in parte, secondo le informazioni che il Fisco ha ricavato incrociando le informazioni presenti nelle proprie banche dati. E per la prima volta tra i destinatari degli inviti risultano anche i titolari di reddito da lavoro autonomo.

In cosa consistono queste anomalie? Lo spiega direttamente l'agenzia delle Entrate: discrepanze per redditi da fabbricati, redditi da lavoro compresi gli assegni dell'ex coniuge, redditi legati alla partecipazione in società o associazioni, redditi derivanti da lavoro autonomo abituale e professionale e non, redditi d'impresa riferiti alle rate annuali delle plusvalenze/sopravvivenze attive.

I contribuenti che ricevono la lettera possono giustificare le anomalie o presentare una dichiarazione integrativa per mettersi in regola. In questo modo possono beneficiare delle sanzioni ridotte che accompagnano il ravvedimento operoso.

 

Elena Giovinazzo

Pubblicità
Pubblicità