Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Savda, c'è il via libera dei lavoratori al nuovo contratto

 

Approvato dal 97,5% dei lavoratori votanti

AOSTA. Con il voto favorevole quasi unanime degli 80 votanti su 133 aventi diritto, i lavoratori della società Savda hanno dato il loro benestare al contratto di II livello. Salario invariato, introduzione del premio di risultato per tutto il personale, costo dell'abilitazione professionale a carico dell'azienda, un migliore accordo sugli addebiti derivanti dai sinistri rispetto al Ccnl e regolamentazione dell'orario di lavoro sono i punti salienti del nuovo accordo che Giancarlo Verta, delegato della Filt Cgil Valle d'Aosta, indica come "soddisfacente per tutti".

"Con la firma del contratto e definitiva approvazione dei lavoratori - spiega in una nota Verta -  si conclude un lungo confronto iniziato nel 2014 con la vecchia proprietà". "Non è stata una trattativa facile - aggiunge - infatti a fine marzo ci siamo trovati a dover gestire anche la disdetta di tutti gli accordi aziendali vigenti che se attuata avrebbe cancellato 50 anni di storia (1° accordo firmato 28 marzo 1966) e ridotto notevolmente il salario dei lavoratori. A fine maggio c'è stata la rottura del tavolo delle trattative, ma dopo qualche giorno di riflessione abbiamo ripreso il confronto grazie al grande senso di responsabilità della nostra delegazione e grazie alla forte determinazione aziendale nel voler cercare a tutti i costi un accordo".

Elena Giovinazzo

Pubblicità
Pubblicità