"Tango illegal" ieri sera alle Porte Pretoriane

 

Nel centro di Aosta l'incontro "clandestino" tra appassionati di tango - VIDEO

Tango-illegal1x530

AOSTA. Serata interessante alle Porte Pretoriane di Aosta ieri, 16 agosto, alla presenza di un folto pubblico che ha assistito e apprezzato il tango presentato da 30 coppie.

Illegal tango è un incontro libero e gratuito tra appassionati di tango che si ritrovano per ballare tango per le vie della città, dove il selciato lo permette. Persone di ogni ceto sociale si ritrovano nelle piazze a ballare il “tango illegal” (alla spagnola, con l’accento sulla “a”). Illegale perché è proibito ballare sul suolo pubblico senza l'autorizzazione del Comune.

La musica però ha attratto molte persone che si sono fermate per ascoltare e ammirare i movimenti sinuosi dei ballerini, turisti compresi che si sono messi in gioco provando a ballare. Si tratta di un gruppo formato da allievi di varie scuole che, periodicamente, si trovano sia ad Aosta che a Torino o in altre città. Si contattano tramite Whats App e Facebook. Sono iscritte al gruppo 50 persone. Un tango, seguito da una milonga e da un ballo diverso come stacco: questo è il programma delle serate.

Manuela Garbella, una bravissima tanguera, ha sottolineato: «Per me Illegal Tango concilia il maschile con il femminile in una comunicazione non verbale. Il ruolo è protetto. L'uomo invita al movimento, la donna ascolta e risponde all'invito. L'uomo sente la musica attraverso il corpo della donna. Sono tre anni che faccio parte di questo gruppo, mi auguro vi aderisca il maggior numero possibile di persone perché questo ballo fa bene all'anima. E' un ballo che si percepisce e si vive».


Laura Uglietti

Pubblicità
Pubblicità