La Thuile, escursione alle miniere e all'ex campo di prigionia fascista che rischia di scomparire

 

L'iniziativa di Legambiente nell'area di valore storico che sarà trasformata in zona artigianale

miniera-vagonelathuilex530

LA THUILE. Probabilmente pochi lo sanno, ma a La Thuile esiste l'unico campo di lavoro documentato della Valle d'Aosta costruito dai fascisti, il "Porta Littoria". Le strutture, realizzate nella zona delle miniere, furono utilizzate pare per pochi mesi per detenere 250 prigionieri e successivamente utilizzate dalle famiglie degli operai. Qui il Circolo valdostano di Legambiente organizza una escursione in programma il 3 settembre.

L'appuntamento è alle ore 9,30 in località Villaret presso il parcheggio del campo sportivo per la spiegazione delle infrastrutture del villaggio minerario con visita a quanto rimasto, compreso l'ex campo di prigionia della seconda guerra mondiale. Spostandosi in località Les Granges in auto, la tappa successiva è il comodo sentiero che porta all'argano, cuore pulsante del sistema di trasporti del minerale di antracite da La Thuile ad Arpy di Morgex. Nel pomeriggio si prosegue per i sentieri delle miniere, un po' più impegnativi, che lambiscono di volta in volta vecchi edifici, sfiati di gallerie, resti di infrastrutture tecniche.

L'escursione, adatta anche ai bambini, assume particolare valore perché è previsto che la zona venga trasformata in area artigianale. Legambiente ha assegnato per questo motivo al Comune di La Thuile la bandiera nera della Carovana delle Alpi.

Per prenotare la partecipazione all'escursione scrivere Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare, dopo le ore 18, a Denis 347-1237701 o Alessandra 331-3107463.

 

C.R.

Pubblicità
Pubblicità