Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Il castello di Fénis è ancora il "re" dei monumenti della Valle d'Aosta

 

208mila presenze tra luglio e agosto nei siti culturali e storici. Stenta a decollare l'area megalitica di Saint-Martin

castello di Fénis

AOSTA. Il castello di Fénis è ancora una volta il "re" delle attrazioni turistiche valdostane. Con le sue torri merlate ed il suo profilo che lo rendono il castello medievale per eccellenza, l'antica dimora ha attirato 34.402 visitatori nei mesi di luglio e agosto.

Sul podio dei siti preferiti dai turisti in questa estate ci sono anche il teatro romano di Aosta e il castello Savoia di Gressoney-Saint-Jean con rispettivamente 27.511 e 21.335 presenze nei due mesi presi in considerazione. I dati sono stati diffusi dall'assessorato regionale dell'istruzione e cultura.

Sommando castelli, siti archeologici, esposizione ed eventi culturali al teatro romano, luglio e agosto hanno fatto registrare 208.050 presenze di cui 99.190 per i manieri e 81.241 per i siti archeologici. In 21.605 hanno visitato le esposizioni e in 6.014 hanno preso parte agli eventi al teatro romano.

A fronte di un successo di alcune iniziative c'è tuttavia da registrare lo scarso riscontro di alcune attrazioni. L'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans, con il suo parco archeologico ed il suo museo, ha accolto per esempio soltanto 2.519 visitatori.

«Quella che sta per giungere al termine è stata un'estate ricca di appuntamenti - commenta l'assessore all'istruzione e cultura, Chantal Certan -. Tante sono state, infatti, le iniziative che hanno interessato i beni culturali della nostra regione. Un ricco calendario, pensato per riscoprire il nostro patrimonio attraverso modalità di fruizione insolite e coinvolgenti, che siamo lieti sia stato apprezzato da valdostani e turisti».

Per chiudere al meglio l'estate tra due settimane, dal 16 al 24 settembre per la precisione, tornerà "Plaisirs de Culture en Vallée d'Aoste" con l'apertura gratuita o a prezzi ridotti di diversi siti e iniziative culturali.

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pubblicità
Pubblicità