Tumori, convegno ad Aosta su nuove terapie e assistenza

schena-marina

 

Nell'occasione sarà presentato il Centro accoglienza e servizi che aprirà a breve in Valle d'Aosta

AOSTA. «Le nuove sfide dell'oncologia tra innovazione terapeutica e continuità assistenziale» è il titolo del convegno che si svolgerà ad Aosta il prossimo 19 ottobre.

L'iniziativa, promossa dal reparto di Oncologia ed Ematologia Oncologica dell’ospedale Parini diretto dalla dott.ssa Marina Schena, sarà presentata un'importante novità per i cittadini valdostani, ovvero l'imminente apertura del nuovo Centro Accoglienza e Servizi (CAS) unificato.

«Anche l’ospedale di Aosta - commenta Schena - istituirà a breve un Centro di Accoglienza per tutte le patologie oncologiche e ci teniamo a presentarlo affinché i medici di famiglia inizino fin da subito a collaborare con noi per renderlo adeguatamente funzionale. Si tratta di una struttura ambulatoriale, aperta quattro ore al giorno, che vedrà impegnati un medico, personale amministrativo e infermieristico, ma anche l’assistente sociale e lo psicologo».

Schena spiega più nel dettaglio che il compito del Cas è «quello di accogliere e veicolare, nella maniera più rapida e più efficace, il paziente in un momento cruciale della sua vita, ai trattamenti più opportuni. Altrettanto determinanti saranno l'assistenza infermieristica, un aiuto negli iter burocratici (informazioni, adempimenti per assenza dal lavoro, esenzione del ticket…) e quella psicologica».

L'apertura del convegno, ospitato all'Hostellerie du Cheval Blanc, sarà interamente dedicata alle nuove terapie. Si parlerà anche del concetto di una nuova tipologia di rapporto tra medico e paziente, dove l'assistenza proattiva del paziente oncologico è un traguardo non di facile raggiungimento ma determinante per la diagnosi e il decorso della malattia.
L'evento è patrocinato dall'assessorato regionale della Sanità, dall'Azienda USL e dalla Rete oncologica Piemonte-Valle d’Aosta.

 

redazione

Pubblicità
Pubblicità