Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Due giorni di convegno a Cogne sulla medicina di montagna

 

L'evento è dedicato al dottor Grappein

COGNE. Si svolgerà questo fine settimana a Cogne il primo convegno "Médecine de Montagne – Salute, Sicurezza e Accoglienza in montagna". Tra domani e sabato 10 giugno, in diverse sedi e momenti, numerosi esperti interverranno sui vari temi proposti con l'obiettivo di fotografare la realtà di montagna sotto più punti di vista - dal clima alla sicurezza, dall'accoglienza alla salute. L'intero evento è dedicato alla figura del dottor César Grappein.

Il programma, molto articolato e confezionato coinvolgendo una pluralità di enti, associazioni e pubbliche amministrazioni del territorio, proporrà nella prima giornata, venerdì, nella Sala Convegni Alpinart del Villaggio Minatori alle ore 9.45 la lettura da parte di Andrea Damarco (Replicante Teatro) di alcune pagine legate alla storia del medico condotto di Cogne César Emmanuel Grappein (1772-1855) per poi passare ad un approfondimento della Medicina di Montagna oggi: tra ricerca e sanità pubblica a cura del Presidente della Presidente Società Italiana Medicina di Montagna Guido Giardini che coinvolgerà anche Simone Gandolfo, neo-componente della Film Commission Valle d'Aosta.

Nella seconda parte della mattina, due opinioni saranno messe a confronto con gli interventi di Luca Mercalli Presidente della Società Metereologica italiana ed Enrico Martinet giornalista valdostano.

La sessione pomeridiana inizierà alle ore 14.30 in forma plenaria introdotta e moderata da Luca Mercalli sul tema della Montagna tra previsioni meteo per la sicurezza di oggi e gli scenari climatici di domani. Seguiranno gli interventi di Alessandro Meluzzi psichiatra, psicoterapeuta e saggista sulla Cura della Montagna, di Luigi Festi direttore master  di Medicina di Montagna all’Università Insubria sulla Banda Larga e nuove tecnologie a supporto dei servizi sanitari e di Francesco Tomatis sul Benessere della montagna.

La giornata terminerà proponendo tre momenti di approfondimento: il primo focus, coordinato dallo psichiatra ed esperto di Montagnaterapia Paolo Di Benedetto, verterà sul tema della Montagna e Salute, il secondo curato da Sara Ratto del Centro Funzionale regionale della Protezione Civile Valle d’Aosta approfondirà la Sicurezza in Montagna con un’analisi dei fattori di rischio e del soccorso in emergenza e infine l’antropologo Annibale Salsa illustrerà gli aspetti di una Montagna accogliente.

Sabato 10 giugno, alle ore 9.00, il Convegno si sposterà nella Sala Consiliare del Comune di Cogne con l'illustrazione dei temi emersi durante i lavori dei focus-group che costituiranno oggetto di discussione e sintesi della successiva Tavola Rotonda aperta ad amministratori pubblici e privati, locali e di altre realtà regionali, coordinata dal vicedirettore di La Stampa Luca Ubaldeschi. Al termine, l'on. Luciano Violante presenterà la Carta di Cogne.

 

C.R.

Pubblicità
Pubblicità