Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Lupo, nuove misure a sostegno degli allevatori

 

Nuovi provvedimenti anche per i danni provocati dalla fauna selvatica

AOSTA. Il governo regionale interviene con un nuovo provvedimento per sostenere gli allevatori che perdono capi di bestiame a causa degli animali predatori e, in particolare, del lupo. Le nuove misure estendono a tutto il territorio della Valle d'Aosta la possibilità di accedere ai contributi per l'attuazione delle misure di prevenzione, prima previste soltanto per l'alta e la media Valle, e consentono agli allevatori di ottenere un indennizzo pari al 90% delle spese ammissibili (prima era del 70%) e risarcimenti che coprono la totalità dei danni.

A sostegno inoltre degli agricoltori che patiscono i danni causati da cinghiali e fauna selvatica, la giunta ha disposto di concedere contributi specifici che coprono fino al 90% delle spese per acquistare e posare materiale e strutture difensive. In alpeggi e pascoli, dove le misure di prevenzione difficilmente possono essere attivate, è previsto un risarcimento danni del 100% per gli imprenditori agricoli e del 60% per i soggetti non imprenditori. "Nelle tipologie di danni - precisa l'assessorato regionale all'Agricoltura e Risorse naturali - sono annoverati anche quelli arrecati alle produzioni ittiche dagli uccelli ittiofagi".

 

M.C.

Pubblicità
Pubblicità