Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Riprende la discussione in Consiglio Valle sulla manovra di bilancio

Chatrian: "interveniamo sulle emergenze" - Gerandin si dimette da Commissioni

AOSTA. Riprende questa mattina alle 9 il Consiglio regionale straordinario per esaminare i ddl 113 e 114 sulle variazioni al bilancio.

«Questa è una variazione di bilancio che proponiamo per intervenire sulle urgenze e sulle emergenze che non avrebbero trovato altrimenti risposta nel 2017» ha affermato l'assessore al Bilancio Albert Chatrian nel suo intervento in aula. «All'atto dell'insediamento della nostra maggioranza avevamo indicato fra le priorità su cui, secondo noi, era urgente intervenire: l'occupazione, la scuola e la cultura, il sociale, i trasporti, l'ambiente e l'agricoltura. Con questa variazione interveniamo principalmente a favore di questi settori».

L'assessore ha illustrato la manovra: «assegniamo risorse aggiuntive a favore dell'occupazione, con le assunzioni del Piano di interventi in ambito agricolo-forestale e per opere di pubblica utilità; a sostegno dell'istruzione e della cultura, interveniamo rafforzando gli stanziamenti a favore delle borse di studio, con particolare attenzione alle eccellenze, e rifinanziando la l.r. 27/93, che sostiene il restauro e la conservazione del patrimonio edilizio artistico, storico ed ambientale, privato e di proprietà comunale. Anche il sistema delle autonomie locali beneficia di nuovi stanziamenti grazie all’integrazione dei fondi destinati al piano straordinario di investimenti per i Comuni per il 2017 e il 2018. A favore dell'gricoltura, settore in sofferenza, abbiamo deciso di intervenire in maniera sostanziosa integrando gli stanziamenti destinati a finanziare il programma dell'Arev (Association régionale éleveurs valdôtain) a sostegno della zootecnia e di immediata realizzazione. Per venire incontro ai Consorzi di miglioramento fondiario abbiamo creato un fondo per contribuire a sostenere i costi legati al consumo dell'acqua irrigua a intervenire laddove ciò genera costi ambientali e risorsa, in attuazione della Direttiva Acque e della normativa nazionale sul consumo idrico ad uso irriguo. Per quanto riguarda la sanità e i servizi sociali, interveniamo integrando i fondi destinati alla mobilità sanitaria».

Da registrare, tra gli interventi, quello del consigliere del gruppo Misto Elso Gerandin che ha annunciato le dimissioni da componente delle tre Commissioni consiliari di cui fa parte criticando la sua maggioranza. «La credibilità di chi amministra si valuta sui cambiamenti - ha detto -: oggi devo riconoscere che non sempre li ho visti in questa nuova maggioranza. Il passato non ha attenuanti però oggi non si può legittimare l'azione di un governo che non programma». Il consigliere dovrebbe comunque votare a favore dei due testi.

 

redazione

Pubblicità
Pubblicità