Regioni, Valle d'Aosta si asterrà su legge di bilancio dello Stato

conferenza-regioni

 

Viérin: "astensione condizionata dalla soluzione del contenzioso sui 144 milioni"

ROMA. Le Valle d'Aosta si asterrà sul parere che le Regioni esprimeranno sulla legge di bilancio dello Stato. Lo ha comunicato il presidente della Regione Laurent Viérin in occasione dell'ultima riunione della Conferenza delle Regioni che si è svolta a Roma.

La posizione della Vallée, ha ribadito Viérin, è legata alla questione dei 144 milioni di euro di contributo allo Stato accantonati «ma non dovuti». L'astensione è quindi «condizionata alla soluzione definitiva del contenzioso in essere, per tutelare la nostra posizione e per rivendicare non solo il contributo non dovuto per il 2018 ma anche per ribadire le prerogative sul 2017».

A Roma il presidente della Regione è poi intervenuto sul bilancio armonizzato nei Comuni con meno di cinquemila abitanti che crea «gravi criticità nella gestione delle già ridotte risorse economiche, rischiando quindi - ha sostenuto - di compromettere l'erogazione dei servizi essenziali al cittadino e il mantenimento di questi sul territorio».

Nell'occasione Viérin ha incontrato il viceministro all'economia Enrico Morando per annunciargli la presentazione dell'emendamento della Valle d'Aosta alla legge di bilancio. Sarà il senatore Albert Lanièce a depositarlo.

 

Clara Rossi

Pubblicità
Pubblicità