Attivato un gruppo di lavoro per il distaccamento in bassa Valle dei vigili del fuoco

Viérin: già svolto un sopralluogo a Pont-Saint-Martin con pompieri effettivi e volontari

caserma-vigilidelfuocoAOSTA. «In occasione dell'alluvione del 2000, la Valle d'Aosta è stata "tagliata" da Arnad in su. E' quanto mai necessario ragionare ad una riorganizzazione per aumentare il presidio del territorio». Lo ha affermato il presidente della giunta Laurent Viérin intervenendo questa mattina in consiglio regionale sul progetto di realizzare un distaccamento in bassa Valle del corpo valdostano dei vigili del fuoco.

Notizie in merito sono state chieste con una interrogazione dai gruppi Ac-Sa-Pnv e misto. «Si tratta di una questione che da anni è sui tavoli della politica e che non è di facile soluzione» ha affermato il consigliere Stefano Borrello sottolineando come «il ruolo dei vigili del fuoco debba essere valorizzato a 360 gradi».

Viérin ha comunicaot l'attivazione di un gruppo di lavoro con vigili del fuoco volontari ed effettivi, protezione civile e Comune di Pont-Saint-Martin «dove è stata individuata una potenziale struttura. È stato già svolto un sopralluogo congiunto tra volontari e effettivi - ha riferito -  e sarà interessante analizzare le risultanze, in modo da procedere congiuntamente per venire incontro alle esigenze di questa parte del territorio».

«Ben venga che il presidente abbia ascoltato entrambe le componenti dei Vigili del fuoco», ha commentato Borrello. «Affinché il sistema di soccorso funzioni, ci deve essere l'elemento trainante, ovvero la competente professionista, che viene supportata dai volontari».

 

E.G.

Altre news di politica

Pubblicità
Pubblicità