Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Microcredito Fse, Donzel: in arrivo 3,5 milioni per le imprese della Valle d'Aosta

 

Sbloccate le risorse del Fondo Fse a favore di imprese artigianali e commerciali

AOSTA. Ammontano a 3,5 milioni di euro le risorse provenienti dal Fondo di rotazione del microcredito Fse che la Regione potrà erogare a favore delle piccole e medie imprese artigianali e commerciali della Valle d'Aosta. Grazie a questi contributi le imprese potranno contare su importanti aiuti, con mitui a tasso zero. Lo ha comunicato l'assessore regionale delle Attività produttive, Raimondo Donzel, oggi in Consiglio Valle rispondendo ad una interpellanza dell'Union Valdôtaine Progressiste sul mancato utilizzo del Fondo e sulla relativa delibera giunta all'esame delle Commissioni consiliari.

«Ad oggi è stato messo a disposizione per una quarantina realtà artigianali e commerciali oltre 1 milione di euro» ha comunicato Donzel. L'assessore ha anche ripercorso le difficoltà incontrate nell'utilizzo del Fondo: «nel 2015 ci sono state delle difficoltà oggettive nell'erogazione legate a vincoli specifici, in particolare la questione della non bancabilità legata al Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia. Oggi, grazie all'introduzione di significative semplificazioni nelle procedure, possiamo rimettere in moto una misura diversa perché beneficiamo di una deroga da parte dell'Unione europea fino al marzo 2017». Donzel nella risposta ha inoltre sottolineato l'eliminazione del corso di formazione «inserito lo sportello direttamente presso Finaosta al fine di evitare passaggi di carte interne» e gli interventi per ridurre i tempi delle pratiche.

Replicando alle parole dell'assessore il consigliere dell'Uvp Elso Gerandin ha affermato che «la forma di finanziamento impostata non era congrua con il tessuto economico valdostano e i dati lo hanno dimostrato: è stato utilizzato soltanto 1 milione di euro. Quindi questo provvedimento va nella giusta direzione: un po' di coraggio ogni tanto ci deve essere. Chiediamo per il futuro maggiore attenzione alla situazione particolare e alle difficoltà dell'imprenditorialità valdostana.»

 

redazione

Pubblicità

Mobile Link