Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Aosta. Andrione contrattacca: l'Uvp si è assoggettata al "tiranno"

"Bisogna abbattere non solo il tiranno ma anche la tirannia" - VIDEO

Andrione-etienne1AOSTA. «In un primo tempo l'Uvp ha attaccato il sistema, poi tutto è cambiato dopo la festa a "La Gabella" per la morte del "tiranno". C'è stata una virata a 180 gradi, confermata con la trattativa per il sindaco di Aosta e poi anche successivamente, mentre io continuavo a chiedere che si convocasse un congresso programmatico».

Così Etienne Andrione, vice presidente del Consiglio comunale di Aosta, in occasione della conferenza stampa convocata oggi pomeriggio per parlare dei rapporti con l'Union Valdôtaine Progressiste (dopo gli articoli definiti "diffamatori" dal movimento pubblicati su un settimanale) e della sua mancata partecipazione al congresso dell'Uvp che si stava svolgendo a Brissogne.

Andrione (eletto come indipendente nella lista del movimento) ha spiegato che non si dimetterà dal consiglio comunale.

«Non è sufficiente abbattere il "tiranno", bisogna abbattere la tirannia e il sistema che permette l'avvento del tiranno» ha dichiarato.

 

Marco Camilli

Pubblicità

Mobile Link