Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

La Salute su Aostaoggi.it: le tecniche di primo soccorso

 

A cura del dott. Franco Brinato

Nel mondo l'arresto cardiaco (ACC) rappresenta la più frequente causa di morte e disabilità. Le cause più frequenti sono: l'infarto del miocardio, le aritmie cardiache, l'annegamento, la folgorazione, lo asfissia traumi, gli avvelenamenti. La conseguenza immediata dell'ACC è l'assenza di circolazione. La mancanza di ossigeno a cuore e cervello porta rapidamente a morte il paziente se non tempestivamente trattato. La sopravvivenza per questo evento è inferiore al 10%.

La letteratura scientifica internazionale ha dimostrato che un soccorso tempestivo e corretto in caso di arresto cardiaco improvviso, contribuisce a salvare fino al 30% delle persone colpite. Le possibilità di sopravvivenza, di un soggetto vittima di arresto cardiaco, per qualsiasi causa, aumentano, se il primo soccorritore è capace di mettere in atto una serie di tecniche di primo soccorso, nell'attesa dell'arrivo del soccorso sanitario avanzato. In quest'articolo saranno esposti i metodi di base della Rianimazione Cardio Polmonare (RCP) utilizzabili anche da un comune cittadino che si trova ad agire come primo soccorritore (o soccorritore laico). Oltre alle tecniche del RCP, saranno date indicazioni su come allertare il sistema di emergenza, come riconoscere un'emergenza sanitaria e i rischi specifici dell'attività svolta, come comportasi in caso di arresto respiratorio per ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo. Non sarà menzionato l'utilizzo del defibrillatore perché richiede un corso di addestramento specifico.

Continua a leggere (pdf) >>

 

dott. Franco Brinato, specialista in Medicina d'Emergenza Urgenza e Medicina Termale e dirigente medico di Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso, parla del tetano e dell'importanza del vaccino

Pubblicità
Pubblicità