Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

La Salute su Aostaoggi.it: principio di annegamento, cosa fare

 

A cura del dott. Franco Brinato, specialista in medicina d’Emergenza Urgenza e dirigente medico della struttura complessa di Medicina d'emergenza e Pronto Soccorso dell'ospedale Parini di Aosta

AOSTA. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità l'annegamento causa 500.000 morti all'anno nel mondo,è la terza causa di morte accidentale per bambini e adolescenti di età tra 5 e 14 anni Sono i maschi a essere molto più a rischio di annegare,con un rapporto che va da 3:1 nei bambini tra 5-14 anni, a 8:1 nei giovani (15-34 anni).

In termini assoluti negli ultimi anni in media sono deceduti 315 maschi rispetto a 70 femmine. La differenza è legata alla maggior propensione al consumo di alcol da parte dei giovani maschi. Si tratta di una situazione che in genere occorre quando si fa il bagno in mare, in un lago, in un fiume o in piscina. Questa condizione si può verificare anche in casa, nella vasca da bagno o, per quanto riguarda i bambini, nelle vaschette per il bagnetto o nelle piscine gonfiabili. Ha un andamento tipicamente stagionale (mesi estivi). Nei paesi industrializzati la maggior parte degli annegamenti che coinvolgono i bambini avvengono nelle minipiscine - piscine private e pubbliche.

Clicca qui per continuare a leggere >

 

dott. Franco Brinato

Pubblicità
Pubblicità