Valle d'Aosta, approvato il calendario venatorio 2017/2018

 

Inserite alcune novità condivise con i cacciatori

AOSTA. Il calendario venatorio della stagione 2017/2018 è stato approvato ieri dalla giunta regionale della Valle d'Aosta. Rispetto al precedente sono state introdotte alcune novità "condivise con il mondo venatorio", come spiega l'assessorato dell'agricoltura e delle risorse naturali.

Nel dettaglio, le classi di prelievo degli ungulati sono state semplificate "favorendo peraltro - dice l'assessorato - il calo dei danni provocati dagli ungulati selvatici" ed inoltre per la caccia vagante al cinghiale è aumentato il numero dei cani utilizzabili. L'area di caccia specifica "Becca d'Aver" è stata ridotta ed è stata ripristinata la porzione nel territorio di Nus a caccia libera "anche al fine di limitare i danni provocati dai numerosi cinghiali presenti in zona".

Tra le altre novità, l'opzione carnet prevede la possibilità per ogni cacciatore titolare di carnet A (ungulati), B (lagomorfi), C (galliformi) di effettuare, pur mantenendo la specializzazione venatoria, uscite collettive stagionali con un cacciatore possessore di un carnet di tipologia diversa.

Infine con il nuovo calendario è data la possibilità ai cacciatori di chiedere di spostamento di un mese del periodo di caccia alla beccaccia.

 

redazione

Altre news su sanità e ambiente

Pubblicità
Pubblicità