Pronto Mamy per informare le donne sui benefici dell'allattamento al seno


Anche ad Aosta diverse iniziative per la Sam 2017

Pronto-mamy17

AOSTA. In occasione della Settimana mondiale per l'allattamento materno (SAM 2017) questa mattina alle ore 10,00 in Place des Franchises, ad Aosta, è stato allestito uno stand informativo per presentare Pronto Mamy, un gruppo di sostegno formato da mamme che, gratuitamente e volontariamente, si mette a disposizione delle altre per aiutare su dubbi, problemi o per collaborare in un semplice confronto.
Consuelo Puxeddu, la referente di Pronto Mamy ha sottolineato: « Forniamo un riferimento per tutte le mamme e un sostegno con personale formato e specializzato. Il nostro gruppo è attivo dal 2010, da quando l'Ospedale Beauregard di Aosta ha avuto la certificazione Uniecf di «ospedale amico del bambino». Consuelo Puxeddu ha aggiunto: «Il primo giovedì di ogni mese ci troviamo alla Garderie d'enfance di Montan a Sarre, presso la scuola d'infanzia e il primo giovedì di ogni mese  alla biblioteca di Chatillon per incontri amichevoli nei quali non si parla solo di allattamento ma di tutte le esigenze presentate dalle mamme. Abbiamo un sito web, l'email prontomamy[at]gmail.com e la nostra pagina di Facebook «Allattamento materno Pronto Mamy». I gruppi sono aperti a mamme e persone di ogni età.

Collaborano altre associazioni tra le quali:

"Mano nella mano", che si occupa del sostegno alle mamme di bambini prematuri;
Artemisia. «Nasce per creare un luogo di riferimento per donne e famiglie, promuovere e supportare la genitorialità consapevole e favorire la collaborazione tra professionisti della perinatalità» sottolinea la presidente Anne Voyat. «Il nostro obiettivo è combattere sia l'isolamento sociale delle donne che l'isolamento geografico nella Regione Valle d'Aosta. Vengono organizzate atività a cadenza mensile di consulenza e formazione»;
Aspert - L'Isola che non c'è. «Il gruppo di volontari» ricorda Consuelo Puxeddu «apre alcuni pomeriggi alla settimana lo spazio gioco presente nel reparto di pediatria dell'Ospedale Beauregard. Le attività proposte variano in base alle fasce d'età e alle necessità di ognuno. Ci proponiamo di concorrere all'umanizzazione del ricovero e di aiutare i bambini e le famiglie a rilassarsi al fine di vivere l'ospedalizzazione nel miglior modo possibile (spaziogiocopediatria[at]aspert.org);
Il collegio delle ostetriche della Valle d'Aosta. La vice presidente del gruppo Nicoletta Vivaldi ha ricordato: «La nostra presidente è Stefania Fazari. Mettiamo a disposizione la nostra professionalità gratuitamente e collaboriamo con tutti i gruppi esistenti»;
Kriska Accadem. Si tratta di un'associazione che si occupa di danza ma, anche la danza è un'opportunità per incontrare persone che che hanno bisogno di consigli o supporti oppure che possono aiutare gli altri.
Complessivamente le consulenti sono 42, tutte hanno seguito un corso formativo di 20 ore gratuito, organizzato dall'Unicef Nessuna consulente si fa pagare, il sostegno è assolutamente gratuito.
«Abbiamo già a disposizione moltissime evidenze circa i benefici dell'allattamento. Sappiamo che l'allattamento facilita la sopravvivenza dei neonati e li aiuta a crescere bene, ha benefici a lungo termine sula salute delle donne e sull'economia, aumenta il benessere di mamma e bambino» ha ricordato Consuelo Puxeddu. «Ho scritto un libro dal titolo "Lina storia di una goccia di latte". Il ricavato serve per sostenere le iniziative di Pronto Mamy e delle altre associazioni, non solo in Valle d'Aosta ma in Tutt'Italia».
La promozione e il sostegno della campagna a favore dell'allattamento al seno sono tra gli interventi più rilevanti in termini di efficacia per la salute pubblica. I governi nazionali e locali hanno il dovere di informare le donne  sui benefici dell'allattamento al seno.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e il Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia (Unicef) promuovono l'allattamento materno e ricordano che, quando non è disponibile o sufficiente, il latte umano donato rappresenta l'alternativa più valida. Le Banche del latte umano donato sono già presenti nel nostro Paese e sono in costante evoluzione: 32 Banche operano in Italia, un numero elevato in rapporto con gli altri Paesi. Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) esercita il controllo e la vigilanza del rispetto delle linee di indirizzo.

Laura Uglietti

Pubblicità
Pubblicità