Aosta "in rosa" per la campagna Lilt sul tumore al seno

Lilt-palloncini

 

La Valle d'Aosta è la prima Regione in Italia per risposta allo screening

AOSTA. Ieri sera, alle ore 19,30 le Porte Praetorie di Aosta si sono illuminate di rosa per promuovere la sensibilizzazione alla prevenzione del tumori femminili, in particolare al seno. L'Assessorato alla Sanità, Salute e Politiche Sociali e l'Assessorato all'Istruzione e Cultura sostengono la LILT nella difesa della salute dei cittadini divulgando la cultura della prevenzione in Valle d'Aosta. Il Presidente dell'associazione LILT ( Lega Italiana per la Lotta contro in Tumori), Salvatore Luberto, ha sottolineato: « E' la 25° edizione della Campagna Nastro Rosa che tutti gli anni, nel mese di ottobre, promuove la cultura  della prevenzione come metodo di vita, dedicato al benessere della donna, affinché tutte le donne possano sottoporsi a visite senologiche. E' un gesto simbolico illuminare le Porte Praetorie di rosa. Grazie alla disponibilità dell'Assessore Chantal Certan e dell'Assessore Luigi Bertschy infatti è stata attivata una serie di in iniziative  che portiamo avanti gratuitamente presso l'ambulatorio di Via Xavier de Maistre, 24 di Aosta, visite gratuite per donne con età inferiore ai 45 anni, al di fuori della fascia di screening istituzionale. A tutte le donne vengono forniti informazioni utili sia nel caso della malattia che per prevenirla».
Il Servizio Sanitario Nazionale, attraverso le Regioni, offre gratuitamente a tutte le donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni, la fascia di età maggiormente a rischio, la possibilità di eseguire una mammografia, attraverso una lettera d'invito nella quale vengono indicati data, orario e luogo dell'esame. La LILT interviene su tutte le donne ma va a coprire anche la fascia non tutelata dal SSN.
In 25 anni quali risultati sono stati raggiunti? «Siamo riusciti a contattare una buona parte delle donne che non hanno aderito allo screening. La Valle d'Aosta tuttavia è la prima Regione in Italia che ha fornito la maggior percentuale di risposta  allo screening. Promuovendo la prevenzione si è ridotta notevolmente la mortalità e l'80% dei tumori al seno oggi è guaribile».
Pur considerando, come ricorda il presidente Salvatore Luberto, che la guaribilità del cancro al seno è oggi attestata intorno all’80%, il cancro al seno ha registrato un incremento tra le donne in età compresa tra i 35 ed i 50 anni di circa il 30%.  Si prevede che in Italia nel 2018 saranno oltre 52.000 i nuovi casi di cancro alla mammella. L’aumento dell’incidenza del tumore al seno è stata pari a oltre il 15% nell’ultimo quinquennio.
«La collaborazione con questa associazione è importantissima» ha evidenziato l'assessore Chanal Certan «perchè l'illuminazione delle Porte Praetorie di rosa è solo simbolica, è un modo per dare un segnale, per attirare l'attenzione dei cittadini verso un obiettivo prioritario: la prevenzione e,  nello stesso tempo, permette di evidenziare la bellezza dei nostri monumenti.»
LILT for Women Campagna Nastro Rosa 2017 si pone l’importante obiettivo di intercettare e sensibilizzare un target giovane e sceglie di farlo attraverso un volto in grado di comunicare con grande immediatezza, quello di Ilary Blasi la testimonial della 25° edizione della Campagna. La conduttrice televisiva ha offerto gratuitamente la sua immagine per rendere sempre più consapevoli le donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella. La campagna, infatti, attraverso un messaggio chiaro e inequivocabile, esplicitato dall’hashtag #METTILOKO, invita ogni donna, giovane e non, che abbia affrontato la patologia tumorale o che sia sana, che abbia un seno naturale o abbia subito un intervento di chirurgia estetica, a fare propria la cultura della prevenzione come metodo di vita, attivandosi per conoscere tutti gli strumenti di diagnosi precoce, rivelatasi strategicamente determinante e vincente in termini sia di guaribilità, sia di migliore qualità di vita.
Ad AOSTA per contattare la LILT è possibile chiamare numero 0165-31331 o via email info[at]legatumoriaosta.it. E' possibile anche chiamare il numero verde nazionale 900 99 88 77 LINEA SOS LILT con chiamata anonima e gratuita, alla quale risponde un'équipe di esperti per offrire supporto per informazioni medico-oncologiche.

Laura Uglietti

Pubblicità
Pubblicità