Tutela ambientale, assessore Guichardaz: "Valle d'Aosta può essere modello di buone pratiche"

 

Intervenendo a MeteoLab l'assessore ha posto l'accento sull'eco-sostenibilità delle attività produttive, turistiche e agricole

meteolab17x530

BARD. «La Valle d'Aosta è un territorio fragile che più di altri necessita di azioni di monitoraggio e di tutela ambientale». Lo ha affermato l'assessore regionale alle Attività produttive, Jean-Pierre Guichardaz, intervenendo all'ultima edizione di MeteoLab che si è svolta al Forte di Bard con la presenza di Luca Mercalli (foto).

Tema di quest'anno dell'incontro scientifico erano i cambiamenti climatici e il loro effetto sull'agricoltura. «La Valle d'Aosta - ha detto Guichardaz - è una piccola tessera di un puzzle globale molto ampio ma possiamo essere modello di buone pratiche nella tutela ambientale imitabile fuori dai nostri confini regionali». In questo quadro, ha proseguito l'assessore, «l'eco-sostenibilità delle nostre attività produttive, del turismo, dell'agricoltura, un approccio positivo verso una green economy virtuosa è tra le sfide più impegnative della nostra azione di governo».

 

redazione

Pubblicità
Pubblicità