Tor des Géants 2017, protocollo d'intesa tra Regione e VdA Trailers

 

La Regione vuole stimare il valore del marchio

AOSTA. Prima di definire un accordo con VdA Trailers la Regione vuole conoscere il valore del marchio Tor des Géants. L'assessore allo Sport e Turismo, Claudio Restano, lo ha annunciato in occasione della settimanale conferenza stampa dell'esecutivo a Palazzo regionale.

L'Amministrazione regionale e l'associazione sportiva di Courmayeur stanno lavorando per una definizione "in via strasgiudiziale" del contenzioso sulla proprietà del marchio. Oggi la giunta ha affidato l'incarico di seguire il contenzioso all'avvocato Luca Ghedina di Torino e ha anche approvato il protocollo d'intesa per l'organizzazione dell'ormai imminente edizione della gara di endurance trail, in calendario dal 10 settembre dai piedi del Monte Bianco.

«E' comunque certo che non è compito della Regione organizzare in proprio eventi di questo genere», ha affermato Restano.

 

redazione

Potrebbe interessarti anche

  • Cai: no a eliski e frequentazione dei sentieri con mezzi motorizzati

      Il presidente Torti contro la frequentazione della montagna in stile "mordi, distruggi e fuggi"
  • Vasta operazione antidroga nel Nord Italia: perquisizioni anche ad Aosta

      53 misure di custodia cautelare eseguite. Perquisizioni in carcere a Brissogne
  • Forte di Bard, ok alle dimissioni di Accornero

      La Regione: ora costituire una nuova governance
  • A Saint-Barthelemy una gara cinofila a favore dell'Associazione Valdostana Autismo

    NUS. Sono stati devoluti all'Associazione Valdostana Autismo l'incasso dell'evento organizzato dall'Unione Segugisti Valle d'Aosta la scorsa domenica a Saint-Barthelemy. Trentadue esemplari appartenenti a diverse razze, con i rispettivi proprietari, hanno partecipato alla prova per cani da seguita su lepre. In Valle d'Aosta è da circa vent'anni che con cadenza annuale si svolgono tre prove alle quali affluiscono concorrenti da molte regioni italiane. Quest'anno, spiegano gli organizzatori, si è deciso di proporre un'ulteriore data nella località di Nus per devolverne gli incassi in beneficenza e far sì che segugi e segugisti non fossero gli unici beneficiari della manifestazione. Le prove, necessarie per ottenere la qualifica, prevedono il completamento in un tempo di 45 minuti di quattro distinte fasi: la cerca, ossia la ricerca delle tracce odorose lasciate durante la notte dalla lepre; l'accostamento, cioè seguire la traccia individuata; lo scovo, quidni individuare in cui la lepre si è rifugiata all'alba, e infine la seguita, seguire l'odore del selvatico in movimento. Vista le notevoli difficoltà nell'espletare tale lavoro in così poco tempo, normalmente soltanto pochi concorrenti riescono ad ottenere la qualifica. Terminate le prove è stata presentata l'attività dell'Associazione Valdostana Autismo.   E.G.
  • Aosta, chiusura temporanea al traffico in via Cerlogne

      Per i lavori del teleriscaldamento
Pubblicità
Pubblicità