Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Tutto pronto per il Collontrek, ma il maltempo fa modificare il percorso

 

Escluso dal tracciato il ghiacciaio che porta in Svizzera

collontrekx350VALPELLINE. Domani, 9 settembre, si corre la nuova edizione del Collontrek, la corsa organizzata lungo i sentieri un tempo utilizzati dai contrabbandieri tra l'Italia e la Svizzera. Per la gara è tutto pronto: mille concorrenti iscritti a questa quinta edizione e percorso segnato, ma su quest'ultimo aspetto gli organizzato hanno dovuto correre ai ripari all'ultimo minuto causa maltempo.

Le previsioni segnalano forti temporali quindi la gara è stata modificata: non ci sarà l'arrivo in Svizzera essendo stata eliminata la parte del tracciato che attraversava il ghiacciaio. Troppo pericoloso viste le condizioni attese e di conseguenza i concorrenti percorreranno sempre 22 chilometri ma interamente in Valle d'Aosta, tra Valpelline, Doues ed Ollomont.

"Il programma di fatto rimane quasi invariato, tutti gli eventi che inizialmente erano previsti ad Arolla saranno spostati nel villaggio di Valpelline, quartiere generale della manifestazione", segnalano gli organizzatori coordinati da Laurent Pitteloud e Maurizio Lanivi.

Oggi dunque ritiro pettorali e pacchi gara a Valpelline, dalle 14,30 alle 19,15, poi alle 18 il briefing tecnico con tutte le novità. Sabato, dalle 7,30 alle 8 la consegna degli ultimi dorsali, alle 8,30 la partenza del gruppo A, mentre alle 9,30 quella degli atleti; premiazioni alle 14,30. L’organizzazione comunica inoltre che i ramponcini non saranno più necessari.

Come detto sono un migliaio gli atleti iscritti. Gli occhi sono puntati, in campo maschile, sulle coppie Nicolas Philipona/Eloi Schornoz (Svizzera) e sui valdostani Laurent Chuc/Henri Grosjacques, Christian Joux/Davide Sapinet, Matteo Savin/Fabrizio Cheillon e Massimo Farcoz/Marcel Martin. Attenzione anche su Yannik Zufferey e Yvan Moos e su Yvan Fatton e Joël Oppliger.

In ambito femminile ci saranno quattro coppie pronte a conquistare un posto sul podio. Saranno le svizzere Florence Buchs/Eugénie Tornay e Marianne Fatton/Déborah Chiarello e le valdostane Katrin Bieler/Annie Bieler e Stefania Canale/Irene Glarey.

Infine le coppie miste attenzione al duo Simone Delamorclaz e Thomas Delamorclaz. In gara anche due squadre dell’Esercito che ancora una volta sarà di supporto all’evento. Al via Mathieu Courthoud con il comandante del Centro Addestramento Alpino di Aosta, Simone Giannuzzi e Daniele Danne in coppia con Simone Truc.

 

E.G.

Pubblicità
Pubblicità