CdM Sci nordico: Federico Pellegrino sbanca la Sprint skating di Dresda

Gara difficile ma il poliziotto di Nus che però non delude

«…non vincerà chi è a livello fisico più performante ma sarà un discorso di tattica.. … fisicamente sto bene, i materiali sono ottimi, non rimane che gestire al meglio la gara…» Sono le dichiarazioni di Federico Pellegrino alla vigilia della Sprint skating sul circuito cittadino di Dresda (Germania). Detto, fatto: il poliziotto di Nus compie il consueto capolavoro tattico, per sprigionare tutti i suoi cavalli nei conclusivi 300 metri e conquistare il gradino alto del podio.

Sprint skating non agevole per Federico Pellegrino (Fiamme Oro) che fa registrare il quinto tempo in qualifica; nella seconda batteria dei quarti è secondo, alle spalle del francese Lucas Chanavat e, in semifinale è il ‘lucky looser’ con il miglior tempo, terzo alle spalle del fuoriclasse norvegese Johannes Hoesflot Klaebo e del solito Lucas Chanavat.

In finale, Federico Pellegrino – primo sigillo stagionale e undicesimo in carriera - ‘mette fuori’ le punte degli sci nei 300 metri conclusivi, precedendo sulla linea d’arrivo, di 18/100, Klaebo e, di 98/100, Chanavat. Quattro gli azzurri in gara: 24° Stefan Hellweger, 39° Stefan Zelger (Cse), 42° Dietmar Noeckler, 46° Giacomo Gabrielli (Cse).

Nella competizione femminile, doppietta svedese grazie a Hanna Falk e Maja Dahlqist, con terza la statunitense Sophie Caldwell. Buona la prestazione delle azzurre: la migliore, 9°, è Gaia Vuerich (che ha rotto un bastoncino in semifinale); 15° Giulia Stuerz; 21° Greta Laurent (Fiamme Gialle), ottava in qualifica e caduta nella sua batteria dei quarti; 24° Debora Roncari.

 

redazione

Potrebbe interessarti anche

Pubblicità
Pubblicità