Aosta, nuovi criteri per la gestione della piscina comunale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

piscinaAOSTA. Il Comune di Aosta alza il canone per la gestione della piscina comunale per 6-8 anni. Deliberando i nuovi indirizzi che definiscono le modalità di affidamento dell'impianto e dell'annesso bar, la giunta comunale ha fissato il canone a base d'asta a quota 30.662 euro a fronte di una concessione di sei anni (dal 1° maggio 2019, giorno successivo alla scadenza dell'attuale contratto, al 30 aprile 2025) prorogabili di altri due.

Tutte le spese relative alla pulizia, alla sorveglianza, all'apertura ed al funzionamento della struttura sono a totale carico del futuro concessionario. Quest'ultimo può rifarsi tenendo tutti gli introiti provenienti dalla gestione della piscina.

«Si tratta di un atto importante - sottolinea l'assessore comunale allo Sport, Carlo Marzi - perché interessa l'unico impianto a rilevanza economica comunale. Rispetto al passato andiamo incontro al futuro gestore che avrà una continuità amministrativa di sei anni ma, al contempo, miglioriamo le condizioni per l'ente, aumentando il canone di concessione in favore del Comune».

Le procedure di gara sono gestite dalla Centrale unica di Committenza.

 

redazione