Coronavirus, aumenta il numero di casi nelle microcomunità della Valle d'Aosta

Pin It

Contagi anche in ospizi e tra utenti del servizio di assistenza domiciliare

 

ospizio Père Laurent
AOSTA. L'esposizione al Coronavirus delle strutture per anziani situate sul territorio valdostano adesso preoccupa davvero. A Pontey, Comune messo in isolamento forzato a partire da oggi, si è verificato il primo caso di contagio in una microcomunità. La persona è stata messa in quarantena, ma il virus altamente contagioso si era già propagato e non ha risparmiato il personale. Al momento i positivi sono una trentina.

A Verrès, sempre in microcomunità, risultano almeno una dozzina di casi che sono stati messi in isolamento in un piano a loro dedicato della struttura. Quanto sia stata utile questa misura precauzionale lo si saprà con l'esito di altri tamponi naso-faringei.

I medesimi tamponi sono stati effettuati anche in le altre "micro" e in altre strutture assistenziali per anziani. Sono emersi così altri casi ad Aosta, uno al refuge Père Laurent, messo in quarantena, ed almeno un secondo in un paziente assistito al J.B. Festaz prima del ricovero in ospedale. Anche in questi casi si attende l'esito di ulteriori test.

Inoltre sono segnalati casi di contagio sempre a Pontey in una struttura che si occupa di utenti psichiatrici e ad Aosta tra utenti del servizio di assistenza domiciliare.

 

redazione

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it