Coronavirus, vice sindaco Aosta annuncia un pacchetto di misure per gli esercizi commerciali

Il Comune capoluogo aderisce alle proposte Anci per rilanciare il commercio al dettaglio e l'artigianato

 

Centro storico

AOSTA. Il Comune di Aosta è tra le amministrazioni che aderiscono alle "Proposte per il supporto e il rilancio del commercio al dettaglio e dell'artigianato in seguito all'emergenza sanitaria da Covid-19" proposto dall'Anci.

Il documento contiene richieste al Governo e alle Regioni per dare un supporto immediato alle piccole e medie imperse, all'artigianato, al settore del turismo e dell'agricoltura e sostenere in partiolare il commercio al dettaglio nei piccoli Comuni. Elenca anche delle proposte di intervento ai Comuni, come la concessione gratuitamente l'occupazione del suolo pubblico nella stagione estiva e agevolazioni sulle imposte.

"Le attività artigianali e del commercio al dettaglio costituiscono la spina dorsale del tessuto economico non solo di Aosta ma dell'intero Paese - commenta il vicesindaco Antonella Marcoz - e di conseguenza l'uscita dalla pesante crisi che stiamo vivendo nelle ultime settimane non può che passare dal sostegno di tali realtà produttive che occupano in tutta Italia centinaia di migliaia di addetti. Per quanto riguarda la nostra città, stiamo elaborando un pacchetto di misure a tutela degli esercizi commerciali da mettere in campo nel più breve tempo possibile che non potrà, però, prescindere dalla necessaria ricerca degli equilibri di bilancio, in modo da riuscire a garantire i necessari aiuti attraverso sgravi ed agevolazioni tributarie senza compromettere l'erogazione di altri servizi a beneficio di tutta la cittadinanza".

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it