Il Tar sospende la revoca dell'affidamento della piscina scoperta di Aosta

Stop agli atti del Comune in attesa della sentenza sul ricorso. Galassi: la nostra posizione non cambia

 

piscina scopertaAOSTA. La revoca dell'affidamento in concessione della piscina scoperta di Aosta alla società Regisport decisa dall'Amministrazione comunale del capoluogo è stata sospesa dal Tar.

I giudici si sono pronunciati su un ricorso finalizzato ad annullare gli atti impugnati. In attesa che la questione sia trattata nel merito - la camera di consiglio si terrà il 14 luglio - i giudici amministrativi spiegano che "appare ravvisabile in capo alla ricorrente una situazione di danno" e per questo hanno accolto la richiesta di bloccare subito l'efficacia dei provvedimenti del Comune.

Dagli uffici di piazza Chanoux l'assessore allo sport Cristina Galassi che "per quanto riguarda l'Amministrazione comunale, la nostra posizione non cambia, nel senso che abbiamo sempre ritenuto prioritario che l'impianto venisse reso agibile per la popolazione nel rispetto delle norme di sicurezza Covid". 

"Auspichiamo - prosegue Galassi - che il gestore possa aprire quanto prima la struttura, indipendentemente dal procedimento in corso innanzi alla giustizia amministrativa, frutto di una decisione non eludibile da parte del Comune a seguito della sentenza di primo grado del Tribunale di Aosta sull'appalto per la gestione degli impianti natatori regionali".

 

M.C.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it