Aosta, assessore Girasole: domande ridotte per il 2° bonus alimentare fanno ben sperare

Pin It

Circa 50 famiglie del capoluogo in difficoltà economica per l'emergenza Covid-19 riceveranno da fine mese generi alimentari e di prime necessità

 

Municipio di AostaAOSTA. Partirà a fine mese la distribuzione di generi alimentari e prima necessità ai residenti ad Aosta che hanno usufruito della seconda tranche del bonus alimentare. Sono una cinquantina di famiglie del capoluogo in stato di difficoltà economica per le conseguenze dell'emergenza da Covid-19 che hanno chiesto di accedere al servizio.

Come accaduto nel primo periodo di raccolta delle istanze, la spesa sarà consegnata a domicilio da addetti delle cooperative a partire da martedì 30 giugno.

"L'entità del sostegno sarà determinato con il metodo già impiegato nell'ultima tornata di elargizione del bonus alimentare, vale a dire con la divisione dell'importo disponibile per la somma di tutti i componenti di tutti i nuclei aventi diritto, moltiplicato per la consistenza di ciascun nucleo", spiega il Comune di Aosta.

"La consistenza ridotta delle nuove domande presentate ci fa ben sperare per il futuro - commenta l'assessore alle politiche sociali, Luca Girasole -, anche se il loro numero, sommato a quello delle istanze già raccolte nel corso della prima tornata di erogazione del bonus alimentare, evidenzia che una fetta consistente della popolazione aostana versa ancora in condizioni di precarietà a causa della crisi causata dall'epidemia, e necessita, per questo motivo, di interventi più incisivi sui quali stiamo lavorando insieme agli operatori del settore sociale".

 

Elena Giovinazzo

 

 

AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it