Gianni Nuti è il nuovo sindaco di Aosta. Battuto Girardini

Al candidato di progressisti e centrosinistra il 53% dei voti. Il risultato avrà conseguenze in Regione

 

Gianni NutiAOSTA. Gianni Nuti è il nuovo sindaco di Aosta. Il candidato della coalizione composta da Union Valdôtaine, Progetto Civico Progressista e Alliance Valdôtaine ha vinto al ballottaggio con il 53,34% dei voti (dato ancora ufficioso) battendo l'inaspettato sfidante Giovanni Girardini di Rinascimento Valle d'Aosta e confermando l'orientamento di centrosinistra del capoluogo regionale.

Altissimo astensionismo

Nuti, con la vice sindaco Josette Borre, ha ottenuto 6.794 voti in un turno caratterizzato da un astensionismo molto alto. Infatti meno della metà degli aostani è andato al voto: appena 13.057 su 28.467 elettori, meno del 46%.

Al primo turno avevano votato 5mila aostani in più - un numero che corrisponde agli elettori che che avevano scelto il 20 e 21 settembre il candidato della Lega (3.100 voti) e il candidato del Centro Destra (1.800 voti).

Gli eletti in Consiglio comunale

Per la lista Progetto Civico Progressista entrano Loris Sartore, Titti Forcellati, Cecilia Lazzarotto, Luca Tonino, Samuele Tedesco, Sarah Burgay, Antonio Crea, Fabio Protasoni, Serena Del Vecchio, Gianluca Del Vescovo e Paolo Tripodi; per l'Union Valdôtaine Alina Sapinet, Laurent Dunoyer, Franco Proment, Josette Grimod e Giuliana Rosset; per Rinascimento Valle d'Aosta Giovanni Girardini, Roberta Carla Balbis, Eleonora Baccini e Cristina Dattola; per la Lega Sergio Togni, Bruno Giordano e Sylvie Spirli; per Alliance Valdôtaine Corrado Cometto e Pietro Varisella; per Forza Italia e Fratelli d'Italia Paolo Laurencet e Renato Favre.


Le conseguenze in Regione

Il risultato delle comunali nel capoluogo si rifletterà su Palazzo regionale. Le forze politiche negli ultimi giorni erano rimaste in attesa proprio del risultato del ballottaggio che a questo punto rafforza la previsione di una maggioranza che rispecchierà la composizione di quella di Aosta, quindi con autonomisti e progressisti alleati al governo e con Lega (e il centrodestra nel capoluogo) all'opposizione.

 

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it