.

Il degrado degli impianti pubblicitari del Comune di Aosta

Grigie paline, totem a rischio crollo e uno strano 'privilegio'

 

totem pubblicitario

Percorrendo diverse strade di Aosta è difficile non notarli: posizionati in fila indiana, al lato delle strade a scorrimento veloce, un centinaio di pannelli pubblicitari inutilizzati fanno bella mostra di sé ormai da diversi anni. Quei pannelli grigi non attirano pubblicità: sono troppo piccoli per permettere ai messaggi pubblicitari di essere ben visibili alle automobili in transito. Forse anche per questo la società che li gestiva ha dovuto lasciare tutto.

totem pubblicitarioOra quei pannelli pubblicitari sono in mano al Comune di Aosta che, però, non sa bene cosa farci. I tentativi di trovare una concessionaria sono falliti e così quelle numerose paline rimangono vuote e gli introiti comunali restano azzerati.

La stessa società che anni fa gestiva le paline si occupava anche di vendere spazi pubblicitari in altri spazi di affissione tra cui cinque totem alti un paio di metri collocati nella zona centrale di Aosta. Anche questi sono da tempo vuoti. Tranne uno, quello collocato nelle vie pedonali, che espone la pubblicità di un'attività presente nel capoluogo. Il pannello pubblicitario è lì da anni: a quanto risulta l'attività ha regolarmente versato la relativa tassa però alla scadenza del periodo, anni fa, nessuno degli addetti (o della società che si occupava degli impianti prima o del Comune) l'ha rimossa, come invece sarebbe dovuto accadere.

Nel centro storico è quindi ben visibile una pubblicità che, come dichiarato sia da un funzionario comunale sia dalla vicesindaco di Aosta, è di fatto abusiva. Negli altri punti della città invece i totem pubblicitari sono desolatamente vuoti, alcuni "addobbati" dai writers, e mostrano evidenti segni dell'assenza di manutenzione. La ruggine sta corrodendo la base degli impianti e guardarli sembra che possano persino cadere con il rischio di ferire passanti e bambini.

Degrado, pericolo, strani privilegi. Ecco un aspetto degli impianti pubblicitari del Comune di Aosta.

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it