.

Aosta, canoni scontati per trovare il nuovo gestore del Caffè Nazionale

Lo storico locale dei portici di piazza Chanoux è chiuso da febbraio 2020

 

Caffè Nazionale

I futuri gestori del Caffè Nazionale potranno beneficiare di alcune agevolazioni, tra cui uno sconto sul canone mensile. Lo ha deciso la Giunta comunale di Aosta approvando gli indirizzi di gestione del locale di piazza Chanoux chiuso da febbraio dello scorso anno.

Attivando alcune condizioni agevolate l'Amministrazione comunale spera di rendere concrete le manifestazioni di interesse arrivate durante la procedura di concessione avviata prima che l'emergenza sanitaria del Covid-19 bloccasse tutto. I futuri gestori del Caffè Nazionale potranno non pagare i primi tre mesi di canone, di minimo 6.800 euro, e versare il 10 per cento per i successivi 33 mesi. I vincitori del bando però dovranno provvedere alla manutenzione straordinaria dell'immobile, compresa la sala gotica decagonale che costituiva parte dall'antico convento medievale di San Francesco, e poi consolidare le volte, sostituire la pavimentazione, tinteggiare e sostituire infissi, serramenti e vetrine. L'investimento stimato minimo è di 450.000 euro (più Iva) per un contratto minimo di 15 e massimo di 25 anni.

La vice sindaca Josette Borre spiega: «La volontà della Giunta è sempre stata quella di tornare ad avere i portici dell’Hôtel de Ville animati dalle luci e dalle chiacchiere degli avventori del "Nazionale" anche come segnale di ripartenza, per lasciarsi alle spalle i mesi più duri e cupi della pandemia. Ora crediamo che il momento giusto sia arrivato - prosegue Borre -, e che lo sforzo congiunto della parte politica e degli uffici porterà nei prossimi giorni alla pubblicazione di un avviso che offrirà la possibilità a imprenditori seri e volenterosi di compiere un investimento molto importante, è vero, ma anche tutelato e aiutato da parte dell'Amministrazione comunale sia in termini di continuità temporale che di agevolazioni economiche».

 

 

Clara Rossi

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it